Twitter lancia le Video Website Card per il business

Twitter inserirà degli avvisi per gli account ‘bot’

Arriva una nuova modalità per diffondere annunci pubblicitari sul social network, già sperimentata da Bank of America e Jaguar Land Rover

La pubblicità via social è decisamente la scommessa vincente di questi anni. Gli inserzionisti hanno sperimentato, nel tempo, maniere diverse di diffusione dei propri messaggi e ora possono farlo anche meglio tramite Twitter. La piattaforma ha infatti presentato le Video Website Card, dei post speciali che racchiudono tutto il necessario al business per avviare una propria campagna di marketing. Le Card rappresentano un formato creativo per gli annunci che ha coinvolto, in una fase beta, Bank of America, Jaguar Land Rover e Republic Records. Il box consiste in un filmato a riproduzione automatica, sotto cui vi è un titolo personalizzato e una URL di destinazione per un target globale.

Tasso di conversione maggiore

Graficamente, le Video Website Card sono decisamente belle da vedere ma anche molto utili dal punto di vista di chi le lancia. Stando a una prima analisi di Twitter, pare che il particolare formato abbia raggiunto una percentuale di clic doppia rispetto ai risultati ottenuti dagli adv divulgati online tramite video tradizionali. Ovviamente la differenza la faranno gli utenti mobili, che potranno imbattersi nelle pubblicità continuando a visualizzare il contenuto audiovisivo proposto. In che senso?

Dopo aver cliccato sul sito di destinazione, durante la fase di caricamento di quest’ultimo, il player continua a mostrare il filmato, fin quando la pagina non viene caricata del tutto. Tutto ciò è possibile perché, di fatto, l’utente continua a navigare su Twitter tramite il browser integrato, senza uscire mai davvero dalla piattaforma. Non a caso, le compagnie che hanno partecipato al programma beta, ora aperto a tutti, hanno evidenziato un aumento del 60% nel mantenimento on-site dell’utente, rispetto alle medie del mercato.

Leggi anche:  WhatsApp, i messaggi multimediali che scompaiono arrivano su iOS