Solutions 30, efficienza operativa e disciplina finanziaria

Solutions30, tra partnership strategiche e IoT
Nel corso degli ultimi mesi, Solutions30 ha operato sul mercato per avviare partnership strategiche molto interessanti

L’azienda operativa a livello internazionale si aggiudica una tranche dell’appalto Enel e punta alla banda ultralarga anche in Italia, dopo il contratto da 90 milioni di euro siglato in Francia con uno dei principali operatori di telecomunicazioni

A cura di Paolo Serra

Continua la crescita di Solutions 30 in Italia, grazie all’aggiudicazione della gara Enel per l’installazione di 380mila contatori elettrici di nuova generazione. Tre i lotti assegnati al gruppo francese per i prossimi 24 mesi di contratto: Asti-Alessandria con 142.627 installazioni, Cagliari con 93.061 e Ragusa-Siracusa con 145.513 installazioni. Già leader in Francia nelle installazioni dei contatori elettrici (Linky) e gas (Gazpar) con questo appalto, Solutions 30 rafforza la propria presenza nel settore delle utility in Italia. «La scelta strategica di operare nel settore ha già portato risultati interessanti a livello internazionale. L’integrazione di componenti digitali nei sistemi fisici è una sfida e una opportunità per essere partner delle aziende IoT ed erogare servizi all’utente finale» – spiega Ruggero Fortis, direttore generale di Solutions 30 Italia. La partecipazione alla gara – subordinata a un impegnativo processo di selezione che ha certificato l’azienda come fornitore Enel per il settore dell’installazione massiva di contatori elettronici – ha avuto effetti positivi anche sull’occupazione interna. «L’azienda ha assunto risorse qualificate e investito nella formazione di tutti i tecnici che, dopo un percorso specifico presso un istituto autorizzato da Enel, hanno ottenuto gli attestati di abilitazione necessari per svolgere l’attività di sostituzione dei contatori elettronici» – ci dice Fortis. Sull’aggiudicazione ha senza dubbio giocato un ruolo determinante, l’impegno profuso dall’azienda su altre commesse, come quella nel settore dei contatori intelligenti per Italgas che Solutions 30 svolge in partnership con Rimiflu.

Leggi anche:  LG esce dal mercato degli smartphone

ORIZZONTE SEMPRE PIÙ AMPIO

Il gruppo ha raggiunto risultati lusinghieri anche nella banda larga, altro settore di riferimento, siglando in Francia un contratto quinquennale da 90 milioni di euro con uno dei principali operatori europei di telecomunicazioni per l’implementazione delle infrastrutture a supporto della fibra. Risultati che il gruppo conta di replicare anche nel nostro Paese. «Per noi si tratta di un mercato dinamico nel quale gli accessi complessivi alla rete fissa a banda larga superano i 15,4 milioni di unità, con una crescita di 630mila unità su base annua. Stiamo investendo molto sul fronte della formazione e delle qualifiche necessarie per operare su questi apparati, ottemperando alle normative in termini di certificazioni richieste per poter partecipare ai bandi di gara. In questo scenario, Solutions 30 è partner dei principali operatori e continuerà a investire per consolidare la propria presenza nel settore nei prossimi 3-5 anni» – conferma Fortis.

ACQUISIZIONI E RISULTATI FINANZIARI

La strategia di Solutions 30 contempla anche nuove acquisizioni. «Negli ultimi anni, abbiamo perseguito una politica di acquisizioni per rafforzare la nostra posizione di partner di riferimento per i clienti. Il Gruppo ha una forte base di sviluppo nei più promettenti paesi europei e rimane attenta a tutte le opportunità di crescita, Italia compresa» – conferma Fortis. I risultati finanziari confermano la bontà delle scelte operate dal Gruppo. «Nel primo semestre 2017, Solutions 30 ha raggiunto un fatturato consolidato di 117,2 milioni di euro, in crescita del 36% rispetto allo stesso periodo del 2016. Siamo soddisfatti della crescita a due cifre che ci accompagna da diversi anni. I risultati finanziari corrispondono a una crescita organica stabile in tutta Europa e alla capacità di integrare le strutture acquisite nei vari paesi come Janssens Field Services in Belgio nel 2016 e ABM Communication in Germania all’inizio del 2017. Il nostro progetto di crescita ha avuto successo grazie a un modello di business che combina efficienza operativa e disciplina finanziaria» – conclude Fortis.

Leggi anche:  Primeur lancia la nuova strategia di comunicazione "unconventional"