Il browser di Alibaba insidia Chrome

uc browser alibaba

UC Browser di Alibaba sta mettendo in discussione il dominio di Chrome in Asia

Chrome è utilizzato da centinaia di milioni di persone in tutto il mondo ma sottotraccia si sta delineando un nuovo e agguerrito rivale per il browser di Google. Il Wall Street Journal ha portato alla luce che UC Browser, software sviluppato da UCWeb ma riconducibile ad Alibaba, è utilizzato dal 50% delle persone che possiedono uno smartphone in India e dal 41% in Indonesia. La quota di mercato di Big G nei due Paesi si ferma rispettivamente al 30% e 34%. In tutto sono 430 milioni gli utenti di UC Browser, pari al 16% a livello globale.

Perché il browser di Alibaba è risultato vincente nei due mercati più in crescita da qualche anno a questa parte? Innanzitutto possiede un’interfaccia molto intuitiva, è veloce e soprattutto occupa poca memoria sul telefono, caratteristica ideale per i dispositivi di fascia medio bassa tanto diffusi in India e Indonesia. Per Google la crescita del servizio realizzato dall’azienda cinese, che non ha potuto concludere l’acquisizione di MoneyGram a causa del veto da parte della SEC, si tratta di un problema non da poco. In Asia il digital divide è ancora piuttosto accentuato ma le cose stanno cambiando rapidamente. Questo ha effetto anche sui ricavi pubblicitari che nel sud est asiatico passeranno dagli attuali 860 milioni di dollari a oltre 2 miliardi entro il 2021 considerando solo il settore mobile. Inoltre, Alibaba ha dichiarato l’intenzione di collaborare con il governo cinese per realizzare una versione del browser in linea con la censura imposta dal Partito, che potrebbe quindi limitare le attività di Google per promuovere un prodotto locale.

Leggi anche:  La Russia vuole che Netflix trasmetta 20 canali di stato

Chrome ad oggi può comunque dormire sonni tranquilli. Il software di Google, che ha definitivamente accantonato Project Tangoche, è utilizzato dal 46% degli utenti in Asia e domina anche in Cina, dove le quote di UC Browser si attestano a circa il 17%.