Cornerstone OnDemand nomina Federico Francini Regional Sales Director per l’Italia

Nicola Grassi nuovo Responsabile Procurement di TIM

Presente in Italia da oltre cinque anni, l’azienda specializzata in soluzioni cloud per la formazione e la gestione del capitale umano ha triplicato negli ultimi tre anni il team locale

Cornerstone OnDemand annuncia la nomina di Federico Francini a Regional Sales Director Italia. In questo ruolo, Francini sarà responsabile della strategia globale di Cornerstone per l’Italia, della guida del team vendite, dello sviluppo dei rapporti con i partner chiave per l’azienda e di accrescere il fatturato locale ampliando la penetrazione delle soluzioni Cornerstone sul mercato italiano. Federico Francini riporta direttamente a Marc Altimiras, Regional Vice President Sales South Europe.

“L’Europa è uno dei nostri mercati più importanti, stiamo crescendo moltissimo e nutriamo grandi aspettative anche sull’Italia, dove siamo presenti da oltre cinque anni e lavoriamo con molte realtà primarie, come Banca Mediolanum, WindTre e Canali, per citarne alcune. La nomina di Federico Francini conferma come l’Italia, terza economia della Eurozona, rappresenti per noi un mercato strategico”, commenta Marc Altimiras, Regional Vice President Sales South Europe.

Con un’esperienza di oltre 27 anni in aziende del settore IT, tra cui DEC, Oracle e Fujitsu, Federico Francini inizia il suo percorso professionale nel 1990 in Digital Equipment Corporation come Sales Account Manager. Nel 1995 entra in Oracle dove ricopre diversi ruoli di sales management, con la responsabilità di gestire i grandi clienti in tutti i mercati verticali. Nel 2011 è la volta di Fujitsu Technology Solutions come VP Country Managing Director e Chairman of the Board, responsabile per l’Italia. In questo ruolo, si occupa di gestire le vendite dirette e indirette, la parte presales e service delivery. Dal 2014 al 2015 ha anche la reponsabilità di Grecia, Israele e Balcani.

Leggi anche:  Cisco intende acquisire Banzai Cloud Zrt

“Nella nuova era della trasformazione digitale, gli skill sono la nuova valuta. Il mercato italiano necessita di soluzioni per la gestione del capitale umano che possano aiutare le aziende locali a vincere la guerra dei talenti”, commenta Francini. “Lavorerò a stretto contatto con i colleghi del team italiano per fortificare le fondamenta della nostra strategia e aiutare ad accrescere ulteriormente il nostro business in Italia”.