Firefox protegge la navigazione di default su iPhone

Mozilla ha attivato la Tracking Protection su iOS che usa la stessa tecnologia di sicurezza già consolidata sul browser via desktop

Diciamo la verità: quanti di voi usano la navigazione in anonimo sul browser preferito? Probabilmente in pochi e solo in determinate occasioni. Così, la tecnologia che rende un po’ più difficile il tracking perde di utilità, perché necessita di almeno un click ulteriore da parte degli utenti, spesso troppo impegnati e indaffarati dal passare alla modalità anti-tracciamento. Per questo Mozilla, la fondazione che sviluppa Firefox, ha deciso di attivare la sua Tracking Protection di default per il software supportato da iOS. Chiunque abbia un iPhone o un iPad potrà dunque beneficiare in automatico della stessa opzione presente per Firefox Focus su mobile e la declinazione estesa su desktop.

Come funziona

Come ha spiegato il team: “In Mozilla abbiamo sempre creduto che sia importante rispettare la privacy delle persone e dare loro il giusto controllo per decidere quali informazioni vogliono condividere e quali no. Ora più che mai i consumatori chiedono questo alle aziende alle quali donano i loro dati. Come bonus aggiuntivo, la maggior parte delle persone che utilizzano la protezione di anti-tracciamento noterà che le pagine web si caricano più velocemente per molti siti, a differenza del passato, consentendo di risparmiare tempo e traffico, con prestazioni ottimizzate per conservare l’autonomia”.

Oltre a ciò, Firefox per iOS acquista ulteriori opzioni di produttività su iPad, ad esempio la ri-organizzazione delle tab, le scorciatoie di tastiera e il drag & drop tra il browser e altre applicazioni installate, per rendere più semplice trasferire contenuti e testi.

Leggi anche:  Proteggere le informazioni strategiche, i quattro passi fondamentali