GE ed Edison siglano un accordo per ottimizzare la centrale termoelettrica di Candela in Puglia

Veduta della centrale termoelettrica di Candela. L'impianto adotta il ciclo combinato cogenerativo.

L’impianto Edison di Candela rappresenta un modello di riferimento pe le centrali elettriche più efficienti e affidabili che rispondano ai cambiamenti normativi

GE Power Services ha siglato un accordo con Edison, società del gruppo EDF e tra i principali operatori di energia in Italia ed Europa, per rafforzare le prestazioni della propria centrale di Candela, in Puglia. L’accordo include ammodernamenti della turbina a gas GE 9F per aumentare la produzione di energia fino a 400 megawatt e l’efficienza globale dell’impianto di un punto percentuale. Inoltre, soluzioni di manutenzione predittiva e di cyber security miglioreranno la visibilità, l’affidabilità e la sicurezza degli asset, diminuendo al contempo i costi operativi e di manutenzione dell’impianto.

“Per rispondere alla domanda di energia rispettando livelli predefiniti di qualità e sicurezza, l’allineamento della produzione di energia con i sistemi di trasmissione risulta essere un fattore imprescindibile sia in Italia come nella maggior parte dei mercati liberalizzati,” ha affermato Nicola Monti, Executive Vice President di Edison – Power Asset & Engineering. “Il nuovo sistema di Capacity Market, che in Italia sarà in vigore nel 2018 premierà le utility per la loro disponibilità di energia. Per questa ragione è essenziale continutare a migliorare le prestazioni e la disponibilità dei nostri asset con le tecnologie più innovative e con soluzioni digitali. GE contribuirà a incrementare i nostri risparmi di combustibile, la nostra capacità produttiva e, in particolare, la nostra competitività in un mercato fortemente in evoluzione come quello italiano”.

Nella centrale, GE installerà la tecnologia Advanced Gas Path (AGP), parte del portafoglio di soluzioni Fleet360 pensate dalla società per rispondere alle esigenze dell’intero impianto. AGP incrementerà le prestazioni e la flessibilità operativa, aumentando la capacità, l’efficenza e la disponibilità di energia.
“Le soluzioni hardware e software di GE che saranno installate durante la prossima manutenzione generale daranno benefici immediati ad Edison” ha affermato Michael Rechsteiner, CEO di GE’s Power Services business in Europea “La nostra tecnologia AGP contribuirà a rendere Edison competitiva con gli asset esistenti. Inoltre, le soluzioni per la manutenzione predittiva e i sistemi avanzati di sicurezza contribuiranno a proteggere l’infrastruttura critica di Edison, in conformità alle norme di sicurezza informatica e al sistema di Capacity Market previsti quest’anno”.

Leggi anche:  Prysmian Group sceglie il Gruppo Engineering e RealWear per trasformare il modo di lavorare sul campo

La tecnologia AGP risponde ad esigenze presenti sia in mercati maturi, come gli Stati Uniti e l‘Europa Occidentale – dove efficienza e flessibilità sono cruciali – sia in mercati in crescita, come Medioriente, Asia, Cina ed Europa dell’Est, dove è maggiore la richiesta di energia da parte della rete e per uso  industriale. Già circa 300 operatori delle turbine a gas 7F beneficiano di questa tecnologia nel mondo, che sarà presto estesa alle altre flotte tra cui la 9F, come in Edison – prima installazione in Sud Europa. GE installerà soluzioni di Cyber Asset Protection, un servizio di sicurezza che a livello centrale gestisce e evidenzia security patches, e la soluzione digitale di manutenzione predittiva basata sulla piattaforma Predix Asset Performance Management (APM). I dati analizzati da APM aiuteranno ad ottimizzare i costi di manutenzione, estendere gli intervalli di ispezione ed evidenziare i possibili rischi operativi per aiutare Edison ad aumentare l’affidabilità, disponibilità e visibilità operativa dell’impianto riducendo al contempo i costi operativi e di manutenzione.