Ecco il Galaxy Note9

Samsung presenta il nuovo smartphone professionale con S Pen connessa. Nei negozi a partire da 1.029 euro

Poche novità in quanto a design ma un aggiornamento concreto sotto la scocca. Il Galaxy Note9 di Samsung si presenta al grande pubblico portando con sé tutto il meglio della generazione precedente e prendendo in prestito anche qualche chicca dal fratello minore S9, lanciato questa primavera. Come sempre, il target di riferimento è quello dei professionisti, coloro che in qualsiasi momento della giornata hanno bisogno di prendere appunti su uno schermo grande, forse il migliore in questo primo scorcio di autunno 2018.

Sotto la scocca troviamo un processore Snapdragon 845, Ram da 6 oppure 8 GB e uno storage che può arrivare in sino a 512 GB, praticamente un record del settore. Per il resto, il Note9 perde qualche millimetro di cornice, con una sensibile aggiunta di schermo. il cambiamento maggiore è sul retro, dove la fotocamera resta doppia ma con la medesima tecnologia dell’apertura focale dell’S9. Riposizionato il lettore di impronte, ora sotto la camera e più raggiungibile dai più. 

La penna magica

A conti fatti, uno dei pochi punti di differenziazione tra, Note9 e Galaxy S10 è la S Pen. Samsung continua a migliorarne la precisione in punti e l’ergonomia ma non è questa la novità. Per la prima volta, la penna integra un chip Bluetooth low energy, che le consente di funzionare anche a distanza e lontana dallo schermo. Ad esempio, con l’app della fotocamera aperta, può fungere da shutter e scattare foto e selfie oppure, fare da telecomando per lo scrolling di una presentazione, per il lettore musicale e, grazie alle api di sviluppo aperte, per tante altre attività a cui solo l’immaginazione può porre limite. 

Sul mercato già da fine agosto, del Note9 esistono due versioni di tagli, 128 e 512 GB, e tre di colorazioni: Ocean Blue, Midnight Black e Lavender Purple. I prezzi partono da 1.029 euro, con l’opportunità di sfruttare varie promo tra cui lo Smart Rent (anticipo e poi rate con Samsung) e la valutazione dell’usato.

Leggi anche:  Istituto Biochimico Italiano si affida a Nutanix