Microsoft ha ricominciato a pubblicare annunci nelle app native di Windows 10

Un nuovo zero-day di Windows spaventa gli IT manager

Dopo il primo esperimento, pare che gli adv “casalinghi” all’interno delle app di default dell’ultimo sistema operativo siano tornati, questa volta per restare

Quasi esattamente un anno fa, Microsoft lanciava annunci pubblicitari (principalmente per altri prodotti aziendali) nelle app UWP di Mail e Calendar native di Windows 10. All’epoca, la compagnia aveva parlato di un semplice “esperimento” e infatti, poco dopo, l’iniziativa era scomparsa. Ma ci risiamo. Secondo un rapporto di MSPowerUser, gli utenti che usano Mail e Calendar su Windows 10 stanno ritrovando messaggi in fondo alle barre di utilizzo (e non sempre solo qui) che li invitano a scaricare altre app del gruppo.

Tra queste Outlook per dispositivi mobili, senza possibilità di eliminazione o rimozione. Gli annunci pubblicitari in Mail e Calendar non sono di per sé malvagi ma ci si chiede il perché dover vedere messaggi del genere su un software per il quale si è pagato (con la licenza Windows 10 ovviamente) e non un freeware qualsiasi.

Cosa fare

Sembra anche andare peggio se si usa uno smartphone perché quel messaggio pubblicitario rischia di coprire il resto della pagina, rendendo impossibile un’ulteriore navigazione. Microsoft ha confermato che gli annunci sono fuori da una specie di fase beta: “Gli annunci all’interno dell’app verranno visualizzati indipendentemente dall’indirizzo e-mail con cui lo usi. Non è rimovibile, ma puoi inviare la questione come suggerimento all’interno dell’hub di feedback su Windows 10”.

Questo suggerisce che i testi potrebbero andare via? In teoria si ma non è detta l’ultima parola. Come detto, l’ultima volta che abbiamo visto queste pubblicità è stato nel novembre dello scorso anno, quando Microsoft ha affermato che si trattava di un esperimento. Allora, gli annunci venivano mostrati solo a coloro che non erano abbonati a Office 365, ma in questa occasione sono presenti per tutti e appaiono non rimovibili.

Leggi anche:  Pinterest lancia l'app Shopify per caricare facilmente i cataloghi