F5 presenta le soluzioni per l’infrastruttura 5G Cloud-Native

Nasce Simu5G, il primo simulatore 5G Open-Source che funziona in tempo reale

F5 supporterà i Service Provider nell’offrire più rapidamente nuovi servizi innovativi basati sul 5G

F5 ha annunciato BIG-IP Service Proxy per Kubernetes (SPK) e Aspen Mesh Carrier-Grade, due soluzioni infrastrutturali volte a supportare l’implementazione e l’operatività delle reti core cloud-native 5G standalone. Queste soluzioni offrono prestazioni scalabili, visibilità e miglioramenti nella sicurezza che consentono ai service provider di erogare a consumatori e aziende nuovi servizi innovativi basati sul 5G.

Il passaggio a una infrastruttura core 5G cloud-native rappresenta un cambiamento architetturale per i service provider; essa sfrutta pienamente l’approccio basato sud microservizi e la piattaforma standard di Kubernetes. Pertanto, i servizi core 5G cloud-native dovranno coesistere e interagire con i protocolli di segnalazione 3G e 4G, le applicazioni, i sistemi di fatturazione, le policy e l’infrastruttura.

Le nuove soluzioni 5G di F5 consentono ai service provider di offrire ai propri clienti un’esperienza sicura e senza interruzioni, mantenendo bassi i livelli di complessità e il costo della propria infrastruttura ed eliminando le spese dovute a una manutenzione di sistemi separati che possono aumentare i rischi per la sicurezza e il sovraccarico operativo.

Le nuove soluzioni 5G

BIG-IP SPK e Aspen Mesh Carrier-Grade sono le prime soluzioni del portfolio 5G di F5 che consentiranno ai service provider e ai loro clienti di accelerare la trasformazione digitale. Le nuove soluzioni permettono di implementare facilmente l’infrastruttura principale 5G cloud-native e scalare le operation di migliaia di microservizi e funzioni di rete basate su container (CNF) per il 5G.

Costruite su un’architettura core 5G service-based, BIG-IP SPK e Aspen Mesh Carrier-Grade consentono di supportare i carichi di lavoro 5G insieme ai carichi di lavoro 4G già esistenti con una forte elasticità di rete e l’applicazione di policy granulari di gestione del traffico, sicurezza e accesso al traffico in entrata e in uscita ai cluster Kubernetes. Grazie al supporto multiprotocollo, i service provider possono continuare a monetizzare senza problemi il traffico di rete 4G durante la transizione al 5G.

Leggi anche:  Prysmian Group, commessa da $900 milioni per il progetto SOO Green HVDC Link

“Le nuove soluzioni di F5 supportano le forti esigenze delle reti mobili, espandendo l’infrastruttura Kubernetes e consentendo ai clienti di sfruttare appieno i vantaggi di un core 5G cloud-native per operation più semplici e per garantire un percorso più rapido dei ricavi”, ha affermato James Feger, VP e GM of Service Provider di F5. “Ciò significa che i service provider oggi sono in grado di allocare in modo più efficiente il proprio capitale e le proprie risorse per offrire una gamma più ampia di casi d’uso 5G, arricchendo il proprio portafoglio di soluzioni”.

BIG-IP Service Proxy per Kubernetes utilizza il concetto di “elementi ripetibili”, o “pattern”, al fine di portare le funzionalità tipiche delle architetture di telecomunicazione in un ambiente Kubernetes, fornendo le prestazioni e la sicurezza necessarie per il deployment 5G cloud-native. Le principali caratteristiche di BIG-IP SPK sono:

  • Ampio supporto dei protocolli di segnalazione 4G e 5G, tra cui Diameter, SIP, SCTP, GTP e HTTP/2, che consente ai service provider di passare al 5G mantenendo i servizi 4G, i clienti e i sistemi di fatturazione esistenti.
  • Proxy per servizio sicuro e firewall Kubernetes cluster per fornire controllo e protezione del traffico dei servizi 5G core in entrata e uscita dai cluster.
  • Rilevamento automatizzato dei servizi Kubernetes e configurazione delle policy per ridurre la complessità e creare efficienza per i team delle network operation.

Carrier-Grade Aspen Mesh fornisce osservabilità, sicurezza e controllo per il traffico all’interno e tra i diversi cluster Kubernetes. Essendo indipendente dai CNF, Aspen Mesh offre ai service provider:

  • Un approccio coerente alla crittografia e all’autenticazione del traffico HTTP/2 e TCP tra funzioni di rete multi-vendor e multi-site, basato sui metodi TLS reciproci più solidi e legato a un’autorità di certificazione di grado carrier e 3GPP compatibile.
  • Visibilità completa del traffico tra i CNF, che fornisce una garanzia in termini di ricavi e visibilità sui dati necessari per monetizzare il traffico 5G utilizzando i sistemi di fatturazione e tariffazione già esistenti.
  • Funzionalità aggiuntive tra cui la capacità di acquisizione dei pacchetti Kubernetes con Aspen Mesh Packet Inspector per una risoluzione avanzata dei problemi e il rispetto dei requisiti di legge sulle intercettazioni.
Leggi anche:  Il Gruppo San Donato sceglie SB Italia e Aruba Networks per il progetto di Asset People Tracking

“I service provider stanno costruendo un nuovo ecosistema IT per le proprie reti 5G e il corretto dimensionamento delle risorse di rete necessarie per le soluzioni 5G è un aspetto imprescindibile, in quanto consente loro di offrire casi d’uso di edge computing all’avanguardia”, commenta Cliff Grossner, Executive Director e Technology Fellow di OMDIA. “In definitiva, questo solido ecosistema IT consentirà alle soluzioni 5G di lavorare insieme dal cloud fino all’edge più estremo come un unico ambiente software interoperabile. Le soluzioni 5G multiprotocollo aiutano a risolvere questo importante requisito del mercato”.

L’impegno di F5 nell’innovazione 5G

F5 ha annunciato anche il suo ingresso nel 5G Open Innovation Lab (5GOILab) in qualità di Corporate partner. 5GOILab è un ecosistema globale di aziende, università e istituzioni governative che collabora con startup di vario livello per alimentare lo sviluppo di nuove funzionalità e aree di mercato per il 5G. F5 conferma così il proprio impegno nell’innovazione e sfrutterà la sua grande esperienza nella gestione del traffico di rete in ambito telco, nei servizi per la sicurezza delle applicazioni e nel cloud computing per aiutare il mondo accademico e l’ecosistema di startup del Lab a sviluppare, testare e distribuire soluzioni 5G innovative accelerando l’adozione da parte del mercato.

Abilitare un delivery delle app moderna su vasta scala

F5 si è evoluta rapidamente negli ultimi anni per offrire la più ampia gamma di tecnologie per la sicurezza e la delivery delle applicazioni ai propri clienti: le più grandi aziende del mondo, i service provider, le istituzioni finanziarie ed educative, le organizzazioni governative e i brand consumer. BIG-IP SPK e Aspen Mesh Carrier-Grade fanno parte del portafoglio di soluzioni F5 che consentono ai clienti di implementare applicazioni adattative moderne, per soddisfare le esigenze crescenti dei clienti e del business in un mondo sempre più digitale. Come gli organismi viventi, queste applicazioni si adatteranno naturalmente al proprio ambiente: crescendo, ridimensionandosi, difendendosi e anche “curandosi” da sole.

Leggi anche:  Retelit in campo con GAIA-X per costruire il primo Cloud Europeo

Le soluzioni F5 consentono di abilitare un’ampia gamma di casi d’uso di applicazioni moderne, dalle richieste estremamente complesse dei service provider e delle realtà del settore bancario al software di livello enterprise fino alle offerte SaaS su misura per le esigenze degli sviluppatori e dei team DevOps.