Il visore VR/AR di Apple si farà

Il visore VR/AR di Apple si farà

E verrà lanciato nel 2022 come primo assaggio degli occhialini in realtà aumentata per il mondo consumer

Secondo un rapporto di Bloomberg News, Apple ha pianificato di rilasciare un visore VR con capacità AR nel 2022, precursore degli occhialini AR consumer a lungo vociferati. “Essendo per lo più un dispositivo di realtà virtuale, mostrerà un ambiente digitale tridimensionale onnicomprensivo per giocare, guardare video e comunicare” riferisce Bloomberg , citando persone che hanno familiarità con la questione. “La funzionalità AR, la capacità di sovrapporre immagini e informazioni su una vista del mondo reale, sarà però limitata”.

Secondo quanto riferito, Apple punta a una categoria di nicchia di fascia alta con il visore VR. Si dice che il dispositivo sarà più costoso dei rivali nel segmenti VR, con vendite previste intorno a un esemplare al giorno, per negozio, piccole quantità insomma rispetto alla flotta di dispositivi mobili, laptop e computer desktop dell’azienda che quotidianamente entrano nelle case dei consumatori a livello globale.

Cosa aspettarsi da Apple

Bloomberg sostiene che il prototipo di visore in fase avanzata abbia il nome in codice N301, tuttavia è ancora in fase di finalizzazione e potrebbe essere soggetto a cancellazione. Proprio come Oculus Quest, si dice che alcuni prototipi includano “telecamere esterne per abilitare alcune funzionalità AR”, da utilizzare per il rilevamento delle mani. Considerando che è descritto come contenente i “chip più avanzati e potenti” di Apple, è ragionevole presumere che stiamo parlando di un dispositivo autonomo con funzionalità AR in modalità “passthrough”.

Questo oggetto, prima o poi, dovrebbe lasciare il passo a N421, gli occhialini di realtà aumentata dedicati al mondo consumer, che però sono distanti almeno un paio di anni, comunque destinati a varcare gli scaffali retail e online non prima del 2023.

Leggi anche:  Cisco Italia, al via la Green & Blue Marathon per la sostenibilità