Colmare il divario di genere nel settore tecnologico

Colmare il divario di genere nel settore tecnologico

Legittimo chiedersi perché sia un uomo ad affrontare questo argomento: anche se non potrò mai comprendere fino in fondo il problema dal punto di vista di una donna, mi sono dato l’obiettivo di accrescere la mia consapevolezza del tema. Credo che l’uguaglianza di genere non sia una questione solo femminile, e che gli uomini possano contribuire attivamente a colmare questo divario. L’unità e la comprensione dell’intersezionalità possono guidarci a raggiungere i nostri obiettivi comuni e creare una società più equa per i nostri figli

A cura di Kristof Symons, Head of International Business, Orange Business Services

Le ricerche dimostrano che il livello di partecipazione e di successo dei dipendenti nelle aziende con team equilibrati dal punto di vista del genere è molto più alto di quelle dove questo equilibrio non esiste. Tuttavia, stupisce che le donne rappresentino ancora solo il 15% circa di tutti i professionisti IT: l’industria deve colmare questo divario con urgenza.

Gartner prevede che da qui al 2022, il 75% delle organizzazioni con team decisionali di vertice che riflettono una cultura diversificata e inclusiva supererà i propri obiettivi finanziari. Inoltre, i team diversificati per genere e inclusivi hanno risultati migliori di circa il 50% rispetto ai team omogenei e meno inclusivi. Non c’è dubbio che le donne creano un enorme valore per il settore digitale.

Uno dei problemi principali è che solo un piccolo numero di donne sceglie campi di studio in ambito STEM nell’istruzione superiore. Sorprendentemente, solo il 3% degli studenti che si iscrivono a corsi di tecnologia dell’informazione e della comunicazione (ICT) in tutto il mondo sono donne. Stereotipi e pregiudizi di genere consolidati scoraggiano ragazze e donne dal perseguire carriere nel settore scientifico e tecnologico.

Leggi anche:  Phygital Retail: verso una visione olistica, coerente e uniforme dei clienti

Nelle nuove tecnologie, esiste uno scarso coinvolgimento femminile. Ad esempio, solo il 5% dei ruoli di intelligenza artificiale (AI) è ricoperto da donne, contro il 95% da uomini. Questa tendenza è preoccupante, perché l’85% dei lavori che vedremo nel 2030 oggi non esiste ancora, ma è probabile che si trovi in ​​tecnologie emergenti come l’IA. Basandosi solo su questo fatto, dove si collocano le donne nei futuri ruoli tecnologici? Orange considera questa una sfida importante da affrontare ora per realizzare l’equilibrio di genere nel settore tecnologico del futuro. Per anticipare meglio la diversità nell’innovazione, stiamo aumentando la presenza femminile in ruoli specialistici, come AI e dati, sicurezza informatica e cloud.

Cosa limita le donne nella tecnologia?

Oltre un terzo delle donne che attualmente lavorano nel settore IT afferma che la mancanza di role model le ha rese molto caute nell’entrare nel settore. Per superare questo ostacolo, le aziende tecnologiche devono promuovere attivamente percorsi di carriera per le donne.

C’è anche un problema di dispersione a livello di talenti. Oggi, secondo l’UNESCO, meno del 30% dei ricercatori sono donne. Ancora più preoccupante è che le donne abbandonino il settore a un tasso molto più elevato rispetto agli uomini: dopo 12 anni, circa il 50% delle donne lascia i lavori STEM rispetto al 20% degli uomini.

Ciò significa che si perde, spesso per sempre, l’opportunità di attingere alle esperienze e alle capacità di innovazione delle donne.

Una narrazione positiva

Fornire alle giovani donne role model positivi è un passo nella giusta direzione per farle entusiasmare alla prospettiva di una carriera nella tecnologia.

Leggi anche:  Inaz, persone e organizzazione al centro dell’impresa

Per affrontare questo problema, Orange sostiene nuove iniziative e partnership. Ad esempio, il nostro programma Hello Women è progettato per aumentare la rappresentanza delle donne nei lavori tecnici e digitali. Grazie a questo programma, cerchiamo anche di aumentare la consapevolezza dei ruoli professionali nel campo della tecnologia tra giovani donne e studenti, demistificare alcuni degli stereotipi che esistono intorno ai lavori nell’industria tecnologica e fornire una formazione adeguata per attrarre e trattenere le donne in questi settori.

Crediamo fermamente che l’uguaglianza di genere a tutti i livelli sia un grande catalizzatore di performance: per questo ci stiamo impegnando attivamente anche in programmi di mentorship in tutto il mondo, per fornire più ruoli alle donne. Abbiamo dato priorità a questo obiettivo integrandolo nella nostra strategia Engage 2025 e fissando obiettivi per portare a un aumento significativo delle donne nei ruoli di management e STEM anno su anno.

Investire nei talenti del futuro

L’innovazione tecnologica sta accelerando rapidamente. La tecnologia ha un ruolo sempre più ampio nella nostra vita quotidiana. È fondamentale che l’industria tecnologica sia un luogo in cui le donne possano lavorare e avere successo, se l’economia digitale vuole mantenere il suo slancio e risolvere la costante scarsità di talenti.