Dell Technologies aumenta la potenza di Dell EMC PowerStore

Dell Technologies aumenta la potenza di Dell EMC PowerStore

Miglioramenti alle capacità di artificial intelligence e machine learning ottimizzano i costi e riducono fino al 15% la latenza dei workload

Dell Technologies ha aumentato le prestazioni dei sistemi storage enterprise Dell EMC PowerStore attraverso il rilascio al mercato di nuovo software e nuove capacità di automazione. La società ha inoltre presentato PowerStore 500, un modello a costo contenuto che si contraddistingue per prestazioni e caratteristiche di livello enterprise adatto a una ampia varietà di aziende e casi di utilizzo.

“PowerStore è la nuova architettura con una più rapida crescita in tutta la storia di Dell Technologies. I clienti ed i prospect stanno toccando con mano come il design unico, le sue prestazioni estreme e le sue eccezionali capacità di automazione siano funzionali per innovare e mantenere un vantaggio competitivo”, ha dichiarando Jeff Boudreau, presidente e general manager dell’Infrastructure Solutions Group di Dell Technologies. “Con l’annuncio odierno  abbiamo reso PowerStore una soluzione ancora più veloce e smart, facilitando l’adozione di questa piattaforma da parte di una più ampia fascia di aziende”.

Dell Technologies, il principale produttore di storage enterprise del settore, ha consegnato più di 400 petabyte di storage PowerStore — praticamente l’equivalente di 136 miliardi di brani musicali salvati come file MP3 — in oltre 60 Paesi all’interno di segmenti di mercato quali l’education, il gaming, i trasporti, la sanità, il retail e i servizi finanziari. Tra i nuovi clienti PowerStore si annoverano la Columbia Southern University, Habib Bank, RealPage, Tech Data, l’Università di Pisa, Tilly’s e Ultraleap.

“Le nostre  tecnologie di mid-air aptic e hand tracking stanno trasformando settori come quelli dell’Xteneded Reality, dell’automotive, dei chioschi e della pubblicità esterna. Le prestazioni, l’automazione, la scalabilità e le funzioni di deduplicazione di Dell EMC PowerStore sono fondamentali per trasformare la nostra infrastruttura”, ha commentato Richard Goodwin, group director of IT di Ultraleap. “Con PowerStore stiamo registrando un miglioramento del 450% sulle prestazioni di alcune applicazioni e percentuali di riduzione dei dati ben superiori rispetto alla proporzione di 4:1 garantita da Dell. Nel nostro settore la velocità è un importante fattore di differenziazione e PowerStore sta aiutando ad accelerare l’accesso ai dati e alle applicazioni essenziali di cui abbiamo bisogno per poter dare vita alle nostre innovazioni”.

Leggi anche:  HTC torna in pista con il Desire 21 Pro 5G

Innovazioni software

Le novità apportate all’interno di PowerStoreOS 2.0 possono essere applicate alle nuove appliance PowerStore così come a quelle già installate senza interruzioni delle attività in corso:

  • Miglioramenti prestazionali: PowerStore supporta una vasta gamma di workload con la sua architettura scale-up, scale-out per storage a blocchi, a file VMware vSphere Virtual Volumes. Le aziende possono ottenere performance più elevate dai workload PowerStore raggiungendo fino al 25% di IOPS (Input/Output Operations Per Second) in più.
  • Modernizzazione dell’infrastruttura: PowerStore estende i vantaggi di NVMe all’interno del data center con l’aggiunta di un’opzione NVMe over Fibre Channel (NVMe-FC), che richiede un semplice aggiornamento software e nessun hardware supplementare.
  • Scale-out con AppsON: L’unico storage array del settore con hypervisor VMware ESXi integrato permette ai clienti di eseguire le applicazioni direttamente sul sistema utilizzando la funzione AppsON per maggiori livelli di prestazioni, mobilità e consolidamento dei workload. L’aggiunta di capacità scale-out e clustering delle appliance ad AppsON fornisce ulteriore potenza di calcolo per le applicazioni a utilizzo intensivo di storage in ambienti edge all’interno di settori come la sanità e big data analytics.

“Le aziende impegnate nella trasformazione digitale sono alla ricerca di prestazioni e flessibilità per poter meglio gestire i nuovi workload e consolidare quelli già esistenti all’interno di ambienti distribuiti”, ha affermato Eric Burgener, research vice president, Infrastructure Systems, Platforms and Technologies Group di IDC. “L’inclusione di nuove tecnologie e di capacità storage di livello enterprise all’interno di un sistema storage a costo contenuto come Dell EMC PowerStore 500 offre ulteriori opzioni ai clienti attenti a trarre il massimo valore dai loro investimenti IT”.

Aumento dell’intelligence

Gli aggiornamenti apportati a PowerStore automatizzano i processi inerenti i dati a fronte di maggiori risparmi sui costi:

  • Riduzione intelligente dei dati: PowerStore semplifica la gestione dello storage ottimizzando capacità e performance con una riduzione garantita dei dati in proporzione 4:1. La funzione Intelligent Data Reduction dell’array è costantemente attiva senza alcun impatto sulle prestazioni.
  • Maggiore resilienza: PowerStore Dynamic Resiliency Engine (DRE) aiuta i clienti a mantenere le prestazioni tenendoli al sicuro dai casi di guasto dual drive. DRE riduce fino al 98% il lavoro di amministrazione rispetto alle configurazioni RAID tradizionali.
  • Tiering più intelligente: PowerStore si avvale di memoria SCM (Storage Class Memory) per lo storage persistente differenziando tra drive SCM e drive NVMe standard all’interno del sistema per una velocizzazione dell’accesso ai metadati che si traduce in una riduzione della latenza dei workload fino al 15% a fronte di un investimento corrispondente a un singolo drive D4800X Intel Optane.
Leggi anche:  Galaxy Z Fold 2 avrà un display finalmente utile

Le capacità di automazione di PowerStore sono affiancate dal software per l’analytics e il monitoraggio dello storage Dell EMC CloudIQ, che si basa sull’intelligenza artificiale e umana per fornire insight in tempo reale su prestazioni e capacità.

Il nuovo PowerStore 500

PowerStore 500 mette a disposizione prestazioni e servizi storage di livello enterprise a un prezzo contenuto. PowerStore 500 è adatto ad aziende di qualsiasi dimensione e può essere utilizzato in sedi remote o distaccate, ambienti edge o deployment IT estesi; è inoltre disponibile attraverso Flex On Demand, il programma che permette ai clienti di acquistare la tecnologia di cui hanno bisogno a fronte di budget allineati all’utilizzo effettivo.

Il fattore forma 2U compatto dell’array contiene fino a 1,2 petabyte ed è in grado di gestire workload enterprise complessi supportando fino a 2,4 milioni di transazioni SQL al minuto e 1.500 desktop VDI per appliance. I clienti possono combinare più appliance PowerStore 500 per ottenere un cluster economico facilmente gestibile con capacità per l’automazione e la mobilità dei dati. In caso di configurazioni di maggiori dimensioni, i clienti possono adottare modelli PowerStore differenti per scalare secondo i cambiamenti delle necessità IT.

Dell EMC Future-Proof Program comprende Anytime Upgrade, il programma di aggiornamento dei controller più flessibile di tutto il settore: un’esclusiva di Dell Technologies che permette di aumentare o espandere le prestazioni e la capacità di PowerStore dopo soli 180 giorni10. Anytime Upgrade, in combinazione con l’architettura adattabile di PowerStore, elimina efficacemente le costose e destabilizzanti migrazioni di piattaforma.

“La particolare architettura di Dell EMC PowerStore, le sue capacità di automazione e le sue performance aiutano i nostri clienti ad affrontare le sfide IT di oggi e di domani”, ha concluso Bob Olwig, vice president, business development and marketing di WWT. “Il costo contenuto e le prestazioni estreme di PowerStore 500 la rendono un’interessante aggiunta alla famiglia PowerStore e i nuovi aggiornamenti dedicati alle prestazioni e all’automazione forniscono ai clienti ancora più motivi per scegliere lo storage Dell Technologies”.

Leggi anche:  Motorola annuncia il nuovo moto g20