Lenovo è main sponsor di STEM in the City 2021

Lenovo è main sponsor di STEM in the City 2021

In occasione della Maratona delle STEM, Spazio Lenovo ospiterà un talk sul tema: Formazione e carriere STEM, prospettive per un mondo sostenibile in collaborazione con Tortuga, think thank di giovani economisti

Lenovo sostiene in qualità di main sponsor STEM in the City 2021. Come nelle precedenti quattro edizioni, l’azienda è partner dell’iniziativa del Comune di Milano, organizzata in collaborazione con importanti realtà del settore pubblico e privato e con il supporto delle Nazioni Unite.

L’edizione di quest’anno, dal titolo “Naturalmente STEM. Per un futuro sostenibile e digitale”, ha come sempre l’obiettivo di incoraggiare ragazze e ragazzi ad abbracciare percorsi accademici a indirizzo tecnico-scientifico e pone l’accento su due tematiche centrali per la società: da un lato la rivoluzione digitale che sta investendo tutti i settori produttivi e tutti gli ambiti della nostra vita e dall’altro l’ambiente che siamo chiamati a proteggere per garantire il benessere nostro e delle generazioni future.

Lenovo partecipa alla Maratona delle STEM, in programma dal 21 al 23 aprile, con un talk show in diretta da Spazio Lenovo dal titolo “Formazione e carriere STEM, prospettive per un mondo sostenibile” che sarà trasmesso in streaming il 23 aprile alle ore 15.00 attraverso la piattaforma steminthecity.eu. Il talk show prende la forma di una tavola rotonda organizzata in collaborazione con Tortuga, think tank di studenti e studentesse, ricercatori, ricercatrici e giovani professionisti/e nel campo dell’economia e delle scienze sociali, ed è centrato sul tema delle competenze digitali nel percorso di istruzione e le loro applicazioni nelle carriere STEM.

Il panel dei partecipanti è moderato da Jacopo Bassetto, Dottorando in economia presso l’Università di Trento e vede la partecipazione di Lorella Carimali Insegnante di matematica, autrice, blogger e finalista del premio Global Teacher Prize, Roberta Cocco, Assessora a Trasformazione Digitale e servizi Civici del Comune di Milano, Natasha Perfetti, Country Marketing Manager di Lenovo Italia e Linda Raimondo, Studentessa di fisica, autrice e allieva astronauta dell’ESA.

Leggi anche:  Lavoro: tassi di assunzione in crescita ma Covid-19 ha ancora impatto

Le relatrici discuteranno di tematiche che includono il ruolo delle competenze digitali nella didattica e le opportunità di carriera che possono scaturire da un percorso accademico nelle STEM, del ruolo istituzionale del Comune di Milano nel promuovere la cultura, i percorsi formativi e le carriere STEM tra ragazze e i ragazzi, e del ruolo dell’innovazione tecnologica non solo come prospettiva accademica e professionale ma anche come mezzo per contribuire all’avanzamento dell’educazione e favorire inclusione sociale e sostenibilità ambientale.

In parallelo, Tortuga condurrà un sondaggio sugli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Milano per esplorare prospettive e aspettative delle studentesse e degli studenti; il questionario sarà distribuito a un campione di classi con il supporto del Comune di Milano. I dati saranno pubblicati da Lenovo e Tortuga e disponibili sul portale steminthecity.eu

“Siamo orgogliosi di rinnovare il nostro sostegno a STEM in the City, ormai diventato un appuntamento tradizionale nel palinsesto delle iniziative del Comune di Milano”, ha commentato Natasha Perfetti, Country Marketing Manager di Lenovo Italia. “La pandemia ha dimostrato che un nuovo sviluppo economico deve prevedere un ripensamento della nostra società all’insegna della sostenibilità e dell’inclusività per poter assicurare un futuro alle nuove generazioni. In quest’ambito l’innovazione tecnologica dà un contributo fondamentale nella risoluzione delle più pressanti problematiche dell’umanità”.

In particolare, Lenovo promuove l’innovazione tecnologica sostenibile con attenzione alla società e all’ambiente. Per questo motivo l’azienda ha lanciato una serie di iniziative di sostenibilità ambientale, di cui è possibile avere una panoramica nell’ultimo ESG Report, compresi gli obiettivi 2030 di riduzione delle emissioni di gas serra in linea con l’iniziativa Science Based Targets.