Virgin Galactic ha inviato con successo Richard Branson ai confini dello Spazio

Virgin Galactic ha inviato con successo Richard Branson ai confini dello Spazio

Prima assoluta per l’imprenditore che ha dato il via alle operazioni di test avanzato della sua azienda di tour intergalattici

Il fondatore di Virgin Galactic, Richard Branson, e un equipaggio di dipendenti di Virgin Galactic hanno eseguito un atterraggio pulito nel New Mexico dopo il lancio nello Spazio a bordo dell’aereo SpaceShipTwo dell’azienda. La missione, soprannominata Unity 22, ha segnato il quarto volo di prova nello Spazio per il veicolo e il primo per Branson, il temerario imprenditore di 70 anni che sta aspettando da oltre un decennio il suo viaggio di debutto ai confini dell’orbita celeste.

L’aereo SpaceShipTwo, soprannominato VSS Unity, è decollato alle 10:40 ET attaccato alla plancia dell’aereo WhiteKnight a doppia fusoliera di Virgin Galactic. L’Unità è caduta dal centro della nave da trasporto ad un’altitudine di circa 45.000 piedi circa 50 minuti dopo il decollo. Pochi istanti dopo VSS Unity ha acceso il suo motore a razzo singolo per esplodere al limite dello Spazio, raggiungendo 53,5 miglia dal suolo. L’equipaggio è atterrato nel New Mexico allo Spaceport America, l’hub centrale per la nascente attività di turismo spaziale di Virgin Galactic.

Prima assoluta

Branson ha condiviso strette di mano di congratulazioni con i suoi compagni di equipaggio quando VSS Unity è entrato nella microgravità, definendo in seguito il volo “un’esperienza di una vita”, come sentito sulla linea di comunicazione instabile dell’aereo al controllo a terra. Una volta atterrato, Branson è saltato fuori da VSS Unity verso una folla di fotografi, bambini e parenti appena fuori Spaceport America. Ha mantenuto a malapena l’eccitazione nella cerimonia post-volo.

“Penso di aver sognato, come la maggior parte dei bambini, questo momento tante volte, ma onestamente nulla può preparati alla vista della Terra dallo Spazio” ha detto Branson. Quindi, ha annunciato qualcosa di “molto eccitante” dopo il suo volo: una partnership con la società di raccolta fondi Omaze per dare due posti su VSS Unity e un tour personale dello Spaceport America. “E prometto un sacco di cioccolato in fabbrica”, ha aggiunto, riecheggiando la celebre frase di Willy Wonka. Il presidente di Virgin Galactic, Mike Moses, ha detto ai giornalisti che “la nave sembrava perfetta” al momento dell’atterraggio, al, di là di un possibile problema con l’antenna che ha causato il malfunzionamento di un feed video in diretta dall’interno della cabina, durante i momenti chiave del volo.

Leggi anche:  Honor rinasce dopo essersi divisa da Huawei