SAP, applicazioni cloud per una digital transformation vincente

SAP, applicazioni cloud per una digital transformation vincente

Investire in innovazione digitale consente alle aziende di prepararsi meglio per il futuro, rispondendo in modo flessibile ai cambiamenti

SAP, in Italia, sta attraversando un momento molto positivo. «I nostri risultati, relativi al terzo trimestre dell’anno sono allineati a quanto è stato annunciato a livello globale» – ha spiegato Emmanuel Raptopoulos, amministratore delegato di SAP Italia, nel corso della conferenza stampa che ha introdotto SAP Now, evento dedicato all’innovazione di imprese e organizzazioni. «Stiamo crescendo a doppia cifra, nel cloud, anche in Italia, grazie a un’adozione estesa delle nostre applicazioni e della nostra piattaforma in cloud» – ha detto Raptopoulos.  «La nuova offerta RISE with SAP presentata a gennaio e che comprende SAP S/4HANA Cloud, il nostro ERP di nuova generazione in cloud, è apprezzata da clienti di grande e media dimensione di diversi settori. Le aziende che stanno investendo in innovazione digitale sono meglio preparate per il futuro e sono in grado di rispondere in modo più flessibile ai cambiamenti. Tecnologie come intelligenza artificiale e machine learning favoriscono la crescita e le nuove opportunità e aprono nuove strade».

SCENARI DA VALORIZZARE

Secondo l’amministratore delegato di SAP Italia, sono molti gli scenari in cui il digitale sta facendo la differenza per un’azienda.

«Gli approcci incentrati sul binomio prodotto-servizio sono oggi vincenti sul mercato» – ha spiegato Raptopoulos. «Le imprese visionarie stanno affiancando alla vendita di prodotti anche servizi digitali, a volte sotto forma di pacchetto. Alla base di questi modelli, che si fondano sul consumo e sugli abbonamenti, ci sono soluzioni tecnologiche. Un produttore di macchine può vendere non solo macchinari o elettrodomestici, ma anche servizi come l’installazione tramite videoconferenza, la configurazione da remoto, la manutenzione predittiva, superando il concetto fisico di frontiera tra paesi.

Leggi anche:  Il nuovo professionista 4.0

Un altro scenario è quello dell’iper-personalizzazione delle offerte, sempre più richiesta per catturare l’attenzione e la fedeltà dei clienti sommersi da informazioni e promozioni. Solo rendendo disponibili prodotti su misura, che rispondono perfettamente alle loro esigenze, si può pensare di emergere. E le tecnologie digitali aiutano tutto questo.

Un ulteriore ambito di trasformazione digitale è quello della supply chain. L’esperienza d’acquisto è più ampia del semplice atto di vendita. L’imballaggio, la spedizione, il modo in cui le aziende gestiscono i reclami e i resi hanno un impatto molto maggiore sull’esperienza del cliente rispetto all’acquisto stesso. Le catene di approvvigionamento stabili e sostenibili rappresentano un punto di forza unico. Per seguire in modo vincente tutto questo, le imprese devono abbracciare la trasformazione digitale».

Secondo Raptopoulos, la svolta verso il digitale e la sostenibilità, accelerata dalla crisi pandemica, porterà benefici al sistema economico italiano. Inoltre, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza costituisce, per l’Italia, una opportunità straordinaria. Il Centro Studi Confindustria stima una crescita del PIL del 6% per il 2021, e del 4% per il 2022.

TRE PRIORITÀ

«Dal nostro punto di vista – ha affermato l’amministratore delegato di SAP – negli ultimi 18 mesi sono emerse almeno tre priorità che le aziende italiane devono considerare per sostenere la propria competitività e rafforzare i propri percorsi di internazionalizzazione».

La prima priorità nasce dall’analisi di quanto è accaduto durante l’emergenza sanitaria. Solo le aziende in grado di trasformarsi e adattarsi rapidamente all’ambiente instabile, ai cambiamenti climatici e alle tensioni geopolitiche, possono vincere. Capire il perché e le opportunità della trasformazione digitale è semplice, la parte più difficile sta nel realizzarla concretamente e in modo completo. Migrare al cloud o acquistare nuove tecnologie non basta. È necessario cambiare il modo in cui l’impresa funziona con l’aiuto di nuovi processi più intelligenti.

Leggi anche:  Centric Software, il PLM che fa la differenza

La seconda priorità è legata alla customer experience. Per le aziende è sempre più importante essere vicine ai propri clienti con una logica di omnicanalità, contando su supply chain affidabili e flessibili. Tutto questo è stato uno dei fattori di successo, e in alcuni casi persino di sopravvivenza, per le imprese durante i periodi più duri della pandemia.

La terza priorità, per le aziende, riguarda la creazione di Reti di valore. Connettersi facilmente con fornitori, partner e clienti, lungo tutta la supply chain, è fondamentale.

PIÚ SOSTENIBILITÀ

Un tema aggiuntivo, di estrema importanza, è quello della sostenibilità: un’azienda digitalizzata può essere anche più sostenibile.

«Nel nostro ruolo di partner tecnologico, vogliamo aiutare i nostri clienti a incorporare la sostenibilità nei processi aziendali per realizzare un impatto economico, ambientale e sociale positivo in Italia» – ha dichiarato Raptopoulos. «Tramite, SAP Carbon Footprint Management, presentata a settembre, possiamo integrare i dati di tutte le soluzioni che governano i processi di produzione con i dati master di applicazioni business, come un gestionale, e calcolare l’impatto ambientale di vari scenari di produzione. In questo modo, per esempio, un’azienda di biscotti potrà scegliere la fonte di approvvigionamento del cioccolato in base sia al costo della materia prima sia alla sua impronta di carbonio. Tutto parte dai dati, grazie ai quali è possibile conoscere il punto di partenza, l’impatto dei nostri sforzi ed eventualmente il miglioramento».

Arena, De Longhi, Maire Tecnimont, Sky Italia, Stirline sono tra le imprese italiane che hanno scelto SAP per i loro percorsi di trasformazione nel cloud.