Magic Leap garantisce alle startup sanitarie l’accesso al suo nuovo visore AR prima del lancio

Magic Leap garantisce alle startup sanitarie l'accesso al suo nuovo visore AR prima del lancio

Chi si occupa di salute può già sperimentare le sue soluzioni sul dispositivo in arrivo entro l’anno

In vista di un rilascio pianificato entro la fine dell’anno, Magic Leap ha fornito a un gruppo di aziende sanitarie l’accesso anticipato al suo visore per realtà aumentata di seconda generazione. Una delle aziende, SentiAR, offre un software che consente ai medici di vedere un modello 3D del cuore di un paziente mentre lo stanno operando. Che Magic Leap stia prima rendendo disponibile il suo ultimo dispositivo indossabile alle startup del settore sanitario digitale non è sorprendente; Il CEO, Peggy Johnson, aveva anticipato la mossa lo scorso aprile.

“La realtà aumentata può trasformare l’assistenza sanitaria più di qualsiasi altro settore, almeno nel breve termine”, ha affermato all’epoca, notando anche che l’azienda si sarebbe concentrata sui clienti aziendali al momento del lancio.

Un’altra azienda, Brainlab, vuole rendere disponibile il suo software Mixed Reality Viewer su Magic Leap 2. Magic Leap si è fatta notare sin dagli inizi come una delle startup più acclamate della Silicon Valley. Nel 2019, è emerso che la società avrebbe venduto 6.000 unità dei suoi visori Magic Leap One Creator Edition da 2.300 dollari, durante i primi sei mesi di disponibilità del dispositivo.

Successivamente ha trascorso un periodo molto difficile, dove ha dovuto licenziare decine di dipendenti, prima di ricevere un investimento da 350 milioni di dollari che le ha dato maggior slancio per i progetti futuri. Sicuramente, con l’aumento dell’interesse sul metaverso, prodotti come quelli di Magic Leap potranno beneficiare di una notorietà maggiore, cavalcando l’onda delle piattaforme su cui stanno lavorando i big dell’hi-tech, principalmente statunitensi.

Leggi anche:  E' online la piattaforma per candidarsi alle selezioni della Si Academy