Vista Equity Patners e Evergreen Coast Capital acquisiscono Citrix

Corvallis (Tinexta Group) acquisisce LAN & WAN Solutions e un ramo d'azienda di Teknesi

L’acquisizione renderà l’Azienda privata e consentirà tra l’altro a Vista di fonderla con TIBCO Software, già in portafoglio, per dar vita a un leader globale nel digital workspace e nelle data analytics

È stato dato oggi l’annuncio da parte di Citrix Systems dell’accordo raggiunto con la società d’investimento Vista Equity Partners e con Evergreen Coast Capital Corporation, azienda del Gruppo Elliott Investment Management, per l’acquisizione della stessa Citrix con un investimento di 16,5 miliardi di dollari, compresa la copertura dei debiti di Citrix.  Secondo i termini dell’accordo, gli azionisti di Citrix riceveranno 104 dollari per azione, ottenendo così un guadagno pari al 30% rispetto al valore dell’azione al 7 dicembre 2021, l’ultimo giorno di mercati aperti prima della diffusione di notizie di mercato riguardanti una possibile transazione e un sovrapprezzo del 24% rispetto alla chiusura del 20 dicembre 2021, l’ultimo giorno di trading prima delle notizie di stampa riguardo una potenziale offerta da parte di Vista ed Evergreen.

TIBCO

In merito alla transazione, Vista ed Evergreen hanno espresso l’intenzione di fondere Citrix e TIBCO Software, quest’ultima già nel portafoglio di Vista. TIBCO è un leader globale nell’enterprise data management, e la fusione delle due aziende combinerebbe il workspace digitale sicuro di Citrix e la suite di application delivery con le capacità di intelligent data analytics in tempo reale di TIBCO, offrendo agli utilizzatori la possibilità di accedere alle informazioni in modo sicuro  e agli insight di cui necessitano per accelerare la trasformazione digitale e lavorare nel workplace ibrido. L’unione delle due aziende darebbe vita a uno dei più grandi fornitori di software sul mercato, con 400 mila clienti, tra cui il 98% delle aziende Fortune 500, con 100 milioni di utenti in 100 Paesi del mondo. Risulterebbe inoltre accelerata la strategia di Citrix di crescita e di transizione al SaaS (Software-as-a-Service). L’azienda nata dalla fusione sarebbe pronta a competere nella fornitura di soluzioni infrastrutturali complete, sicure e ottimizzate per le applicazioni enterprise e di desktop delivery e data management, per favorire l’adozione di strategie di cloud ibrido.

Leggi anche:  Lutech aderisce a QuIC, European Quantum Industry Consortium

«Negli ultimi 30 anni, Citrix si è posizionata come leader assoluto nella sicurezza del lavoro ibrido. La nostra piattaforma offre un accesso sicuro e affidabile a tutte le applicazioni e alle informazioni di cui hanno bisogno gli addetti per concludere il proprio lavoro con successo ovunque. Grazie all’unione con TIBCO, espanderemo la piattaforma e gli strumenti a disposizione dei nostri clienti -, ha dichiarato Bob Calderoni, presidente del board di Citrix e chief executive officer e presidente ad interim dell’azienda -. Insieme a TIBCO, potremo operare su una scala molto più vasta e con una gamma di soluzioni molto più ampia, in grado di accelerare la trasformazione digitale dei nostri clienti e consentire loro di proiettarsi nel futuro del lavoro ibrido. Come azienda privata, avremo maggior flessibilità sia finanziaria che strategica per investire in importanti opportunità di crescita, come DaaS (Data-as-a-Service). La transazione di oggi è il coronamento di un processo durato cinque mesi, comprendente contatti importanti con compratori potenziali cercati sia nell’ambito finanziario che strategico. Questa transazione offrirà ai nostri azionisti un valore immediato significativo; inoltre questo investimento da parte di Vista ed Evergreen testimonia il valore creato da Citrix e la reputazione conquistata dal nostro team».

Anche Dan Streetman, Ceo di TIBCO, ha commentato la notizia: «Non c’è mai stato un momento migliore di questo per lavorare nel campo delle connected intelligent analytics e siamo estremamente lieti di offrire ai clienti di Citrix le nostre soluzioni leader di mercato. Il posto di lavoro è cambiato in modo definitivo e le aziende avranno ovunque bisogno di un accesso in tempo reale a insight più rapidi e più smart, raccolti da volumi sempre più grandi di dati resi disponibili a loro, ai loro impiegati e al loro ecosistema. Sono estremamente contento della nostra visione combinata e non vedo l’ora di vivere una partnership molto solida».

Leggi anche:  Fermento nel mercato del lavoro: la crisi sanitaria amplifica processi già in atto

Termini della transazione

La transazione è stata approvata all’unanimità dal Citrix Board of Directors e si dovrebbe concludere a metà anno, seguendo le classiche condizioni di chiusura, tra cui l’approvazione da parte degli azionisti di Citrix e le approvazioni da parte delle autorità competenti. La transazione non è soggetta a clausole finanziarie. Dopo la conclusione della transazione, le azioni Citrix non saranno più disponibili sul Nasdaq e Citrix diventerà un’azienda privata, continuando a operare col proprio nome e marchio e mantenendo la propria sede a Fort Lauderdale, in Florida, USA.