Instagram aggiunge ai video le didascalie generate automaticamente

Instagram sta aggiornando il suo algoritmo di ranking

I testi saranno attivi per impostazione predefinita

Il capo di Instagram, Adam Mosseri, ha dichiarato che il social aggiungerà sottotitoli generati automaticamente ai video nei feed degli utenti. Il manager ha riconosciuto che le didascalie sono un progetto di lungo termine, soprattutto da quando il rivale TikTok le ha introdotte lo scorso aprile. Mosseri ha affermato che le didascalie saranno attive per impostazione predefinita per i creatori sulla piattaforma. Prima dell’annuncio, i creator dovevano aggiungere manualmente le trascrizioni del parlato ai loro video, utilizzando soluzioni alternative che richiedono tempo. La novità rende il processo più veloce per chi realizza video e accessibile per i fruitori con problemi all’udito, o comunque per chiunque voglia guardare i filmati senza audio.

Le didascalie saranno disponibili in “lingue selezionate” al momento del lancio, e la società prevede che la qualità dei testi migliorerà man mano che più persone le useranno e l’IA imparerà a riconoscere il parlato. Nella fasi iniziali dunque, i testi potrebbero non essere perfetti ed è il motivo per cui non vi sarà una disponibilità globale per tutti i mercati in cui Instagram è presente.

C’è da capire in che modo i sottotitoli istantanei cambieranno le abitudini di visualizzazione o contribuiranno ad aumentare il coinvolgimento di Instagram, ma è possibile che se le persone si accontenteranno di sfogliare i feed senza audio, potrebbero rimanere sull’app più a lungo, recependo il senso di un filmati e salvandolo per una visione successiva, con il suono attivato. Il lancio dei sottotitoli generati automaticamente arriva il giorno dopo che Instagram ha annunciato la fine del supporto per la sua app standalone per IGTV. Come parte dell’annuncio, il social ha affermato che ora si concentrerà sull’avere tutti i video sull’app principale, mettendoli in risalto nelle sezioni apposite.

Leggi anche:  Internet in volo sarà possibile grazie a Starlink