Meta produrrà i suoi token

Meta produrrà i suoi token

Internamente sono conosciuti come Zuck Bucks e potrebbero approdare sul metaverso

Meta potrebbe aver rinunciato alla sua criptovaluta Diem, ma la società sta ancora esplorando prodotti finanziari. Secondo un nuovo rapporto del Financial Times, la società madre di Facebook e Instagram ha messo in piedi un progetto che i dipendenti chiamano “Zuck Bucks”. Non dovrebbe essere una criptovaluta ma token in-app che sarebbero controllati centralmente dall’azienda, simili a quelli utilizzati nelle app di gioco come la valuta Robux nel popolare gioco Roblox. Proprio Roblox ha costruito un enorme business vendendo i token e Meta potrebbe provare a emulare parte di quel successo sulle proprie piattaforme.

Meta non ha preso completamente le distanze dai prodotti blockchain, visto che sta esaminando la pubblicazione e la condivisione di NFT su Facebook. Il FT afferma che la società prevede di lanciare un progetto pilota a metà maggio, con Meta che testerà i token sui gruppi di Facebook basati su tematiche NFT. Il FT aveva precedentemente riferito di alcuni piani non fungible token di Meta a gennaio, mentre a marzo è stata diffusa che il primo social ad accogliere gli NFT sarebbero potuto essere Instagram.

A quanto pare, la società sta pensando anche a servizi finanziari tradizionali come i prestiti alle piccole imprese. “Non abbiamo aggiornamenti da condividere oggi”, ha detto il portavoce di Meta Lauren Dickson in una dichiarazione a The Verge. “Pensiamo continuamente alle innovazioni di nuovi prodotti per persone, aziende e creatori. Come società, ci concentriamo sulla costruzione per il metaverso e questo include idee su come potrebbero essere i pagamenti e i servizi finanziari in futuro”.

Leggi anche:  Twitter come Instagram, copia TikTok