Il digitale assoluto Made in Italy

Il Gruppo Almaviva presidia le frontiere più avanzate del digitale mettendosi a disposizione della crescita e dello sviluppo del Paese con ruolo propositivo

Grande gruppo italiano dalla presenza globale, Almaviva è protagonista dell’innovazione digitale e partner decennale di aziende private e PA. Almaviva realizza soluzioni in ambito cloud, cybersecurity, intelligenza artificiale, IoT, blockchain, canali digitali, digital twin e mixed reality, in particolare con soluzioni in ambito digital health e smart city, per rendere veloce ed efficace il percorso di digitalizzazione in atto. «Proponiamo un value mix di asset basato su domini tecnologici, una rete di partnership a livello globale, un sistema di certificazioni internazionali e competenze di processo uniche in mercati diversificati per imprimere qualità in ogni parte del sistema» – spiega Vincenzo Pinto, client executive health & local public sector di Almaviva.

Scalabilità, time-to-market e resilienza

Cybersecurity e cloud rappresentano le componenti fondamentali della trasformazione digitale. «Almaviva – continua Pinto – ha una lunga esperienza di gestione di sistemi mission critical, con competenze e soluzioni diversificate in tema di cyber intelligence. Attualmente, gestiamo oltre tremila sistemi cloud di grandi realtà pubbliche e private». Per digitalizzare i processi e introdurre innovazione nelle organizzazioni, Almaviva vede nel cloud l’unico modello di fruizione delle tecnologie in grado di gestire scalabilità, time-to-market e resilienza. Le parole chiave sono accessibilità, trasparenza, sicurezza e interoperabilità. «Non si deve chiedere al cliente di comprendere appieno la tecnologia – spiega Pinto – ma si devono sfruttare al meglio le conoscenze di dominio e i servizi messi a disposizione. Le aziende devono creare ecosistemi di servizi in grado di favorire la crescita del valore anche dall’interno del Sistema Italia».

Innovazione e sostenibilità

La sfida della trasformazione è a tutti i livelli dell’organizzazione e coinvolge direttamente competenze tecnologiche e processi, calati all’interno del framework della sostenibilità sia ambientale sia sociale. «Almaviva è impegnata nel processo di innovazione e semplificazione al fianco della PA. Fondamentale – continua Pinto – è una open innovation più matura ed evoluta per creare modelli di business in grado non solo di autoalimentarsi ma anche di mantenere nel nostro Paese una forte capacità di progettare e offrire soluzioni anche in ambito digitale a sostegno dello sviluppo dell’economia circolare».

Leggi anche:  Evoluzione del data streaming processing e analytics

Tuttavia, per cogliere appieno il valore rappresentato della cultura dell’innovazione è necessario – e indifferibile – coltivare un cambio di visione e di paradigma da parte di aziende e PA, ponendo al primo posto – continua Pinto – «investimenti in innovazione e tecnologia per favorire al meglio lo sviluppo di una società digitale, in termini di servizi alle persone, alle comunità e ai territori, nel rispetto della sostenibilità ambientale». Il punto determinante di questa strategia è che ogni investimento venga fatto tenendo presente l’aspetto progettuale e di integrazione dei sistemi. «In molti casi, integrazione e orchestrazione possono sembrare investimenti meno tangibili – conclude Pinto – ma sono fondamentali per qualsiasi progetto e necessitano di risorse coerenti, per non ritrovarsi a fare i conti con un rompicapo irrisolto di pezzi di innovazione tra loro incompatibili».