RaiWay prosegue la digitalizzazione con una rete di contribuzione e distribuzione IP su tecnologia Cisco

Nuovi timonieri digitali

A seguito della relativa gara pubblica Rai Way, principale fornitore italiano di infrastrutture e servizi per le reti televisive, ha scelto Lutech Spa con il suo partner Cisco per la trasformazione digitale della rete broadcast, implementando una nuova rete di contribuzione e distribuzione video e audio su IP.

Rai Way ha avviato fin dal 2008 l’evoluzione della infrastruttura broadcast italiana dall’analogico al digitale e ora sta affrontando un’altra fondamentale tappa del percorso: il nuovo digitale terrestre. Questo processo richiede di liberare la banda di frequenza di 700 Mhz (in linguaggio tecnico “frequency refarming”), di utilizzare lo standard di compressione del segnale video MPEG necessario per le trasmissioni in alta definizione e di adottare la tecnologia DVB-T2.  Rai Way ha quindi scelto di creare una infrastruttura di contribuzione e distribuzione per la sua rete audio e video completamente nuova, per poter sfruttare la flessibilità offerta da una rete IP incentrata sul software (Software Defined Network) nel trasporto dei contenuti dai centri di produzione televisiva fino ai punti di trasmissione.

Il partner Lutech ha realizzato una soluzione piuttosto innovativa sfruttando le tecnologie Cisco specifiche per il mondo media (Cisco IP Fabric for Media);  inoltre in quattro diversi siti nell’area di Roma sono state implementate tecnologie Media Data Center Fabric, basate sugli switch Cisco Nexus 9000, per trasportare il traffico video RAI in formato non compresso verso i punti di distribuzione (Video Head End) e poi, dopo la compressione, per inviarlo verso i trasmettitori di Rai Way.

Cisco ha apprezzato molto la possibilità di essere parte di questa opportunità per Rai Way, insieme a Lutech e ai partner tecnologici Skyline Communication, Imagine Communication ed Enensys, per offrire innovazione tecnologica, una soluzione flessibile e affidabile, collaborazione e supporto al successo di Rai Way in questo strategico passaggio che porta su IP le attività di contribuzione e distribuzione video nel mercato italiano.

Leggi anche:  Interazione nel metaverso, le reti TLC si preparano

“Lutech SpA è onorata di essere stata scelta come principale integratore del progetto IP Video Matrix di Rai Way. In un contesto caratterizzato dalla crisi pandemica sapevamo che per avere successo avremmo dovuto garantire di realizzare il tutto in tempi stretti con il tipo di qualità che ci si attende per questo genere di attività. Vincere la sfida è stato possibile solo grazie al fantastico lavoro di squadra con il cliente e con partner di altissimo livello come Cisco” ha dichiarato Aurelio Severino, Client Executive di Lutech.

“Lavorare con Rai Way su questo progetto strategico, che rappresenta una pietra miliare nella trasformazione digitale del mercato italiano, è stata un’opportunità unica. Migrare infrastrutture critiche dalle tecnologie della precedente generazione all’IP è fondamentale per consentire l’evoluzione dei servizi audio e video in Italia. Supportiamo Rai Way fin dal 2018: la collaborazione con Lutech e gli altri partner tecnologici ci ha portato a un risultato di cui siamo molto orgogliosi” ha commentato Marco Gasperoni, Media Chief Technology Officer per Cisco EMEAR.