Tesla apre gli ordini di Semi

Tesla apre gli ordini di Semi

Il truck elettrico arriverà ad un prezzo tra i 150 e i 180mila dollari

Tesla ha aperto gli ordini per il suo tanto atteso camion semi elettrico, almeno per i clienti statunitensi. La casa non ha rivelato alcuna data di produzione, ma la scorsa settimana ha dato uno sguardo migliore sui dati delle prestazioni, gamma dichiarata e prezzi. Tesla offrirà due diversi modelli Semi: uno con 482 km di autonomia e uno con 804 km. Entrambi sono azionati da quattro motori dell’asse posteriore. Secondo la società, possono fornire un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 20 secondi, caricati fino a 36 tonnellate di carico. Forse le cifre più importanti sono il coefficiente di resistenza aerodinamica di 0,36 e il consumo energetico dichiarato inferiore a 1,2 kWh per chilometro. Per riferimento, questa è la potenza media utilizzata da otto berline Model 3.

Per quanto riguarda l’abitacolo, il conducente ha due grandi schermi informativi che fungono anche da specchietti retrovisori. Tesla conferma l’uso del pilota automatico, anche se non si sa se arriverà come funzionalità opzionale o standard. Il modello Semi con la gamma di 482 km sarà più economico a un prezzo base di 150.000 dollari mentre la versione a lungo raggio costerà 180.000 dollari. Questo prezzo non è molto alto se consideriamo che un semirimorchio diesel di Classe 8 medio costa tra 100.000 e 150.000 dollari. La casa automobilistica chiede un deposito di prenotazione di 20.000 dollari. In principio, Semi era stato previsto per il 2019, con un rimando per cause di forza maggiore, tra cui la pandemia di Covid-19 e relative chiusure delle fabbriche dei vari componenti.

Leggi anche:  Indra ha ridotto le sue emissioni di CO2 del 34% nel 2021