Xiaomi e Leica lanceranno un telefono in co-branding a luglio

Xiaomi e Leica lanceranno un telefono in co-branding a luglio

Nuova collaborazione per il marchio fotografico dopo Sharp e Huawei

Dopo la diffusione di alcune indiscrezioni, Xiaomi ha finalmente confermato la sua “cooperazione strategica a lungo termine” con Leica, il famoso marchio fotografico, con cui ha co-sviluppato uno smartphone di punta con un lancio previsto nel luglio 2022. Nuova incursione dunque per l’azienda tedesca nel mercato della telefonia mobile, dopo le partnership, più o meno di successo, con Sharp, Huawei e Panasonic. Xiaomi non è il primo produttore di telefoni cinese a sfruttare il know-how fotografico di un rinomato marchio di fotocamere. Alla fine del 2020, Vivo ha seguito le orme di Sony e Nokia e ha unito le forze con Zeiss, con l’ultima versione della serie X80. 

Cosa aspettarsi

Più recentemente, Oppo e OnePlus hanno iniziato a rilasciare telefoni sviluppati congiuntamente con Hasselblad, tra cui la serie Find X5 e OnePlus 10 Pro. Xiaomi non ha condiviso molto altro sul prodotto in arrivo, ma si parla molto della presenza dell’ultimo processore Snapdragon 8+ Gen 1 di Qualcomm, insieme alla solita estetica di imaging classica e ai filtri da parte di Leica. Dal punto di vista del nome, la scelta dovrebbe essere “Xiaomi 12 Ultra” o forse l’avvio della serie “Xiaomi 13”, per distinguersi più nettamente dall’attuale. Nel comunicato stampa, il CEO Lei Jun ha aggiunto che “questa cooperazione fornirà un forte impulso alla strategia di imaging di Xiaomi”.

Ne scopriremo di più a luglio. Intanto, proprio Xiaomi ha registrato il primo calo delle entrate dopo il Covid. Il più grande produttore cinese di smartphone sta perdendo quote di mercato a favore di Samsung e Apple mentre la fiducia dei consumatori diminuisce nel mercato interno colpito dalle quarantene a Shanghai e Pechino. Secondo Bloomberg, parte della colpa è anche della guerra in Ucraina, che sta sconvolgendo le catene di approvvigionamento globali.

Leggi anche:  Canon, presente e futuro del gruppo tra innovazione e tradizione