ESET, arrivano i servizi MDR con un team italiano dedicato

ESET, arrivano i servizi MDR con un team italiano dedicato
Fabio Buccigrossi, Country Manager di ESET Italia

Taglio del nastro per il nuovo SOC di Milano. Obiettivo: protezione dati personalizzata

Competenze e risorse sono un bene assai raro nel campo della cybersecurity. Non a caso assistiamo ad una crescita della domanda di servizi SOC gestiti da partner qualificati in grado di garantire maggiore sicurezza anche a quelle aziende che non possono o non vogliono permettersi di avere un team dedicato H24, sette giorni su sette. Una tendenza alimentata anche dalle pessime esperienze maturate durante l’emergenza sanitaria che hanno messo a nudo l’insufficienza della sola tecnologia nel fermare gli attacchi.

Lungo questo solco si inserisce la proposta di ESET, leader europeo globale nel mercato della cybersecurity, che annuncia il varo di una nuova struttura interamente italiana dedicata ai servizi di Managed Detection and Response (MDR), ideati per affiancare alla tradizionale protezione dell’endpoint, supporto specialistico, consulenza e risposta agli incidenti informatici.

Un set esteso di servizi e un team dedicato

Una scommessa che ha scelto di fare propria Fabio Buccigrossi, Country Manager di ESET Italia: «Sono pochi i vendor di Security che investono in centri di competenza con sede in Italia, a causa degli elevati costi del personale. Ma il nostro intento è quello di puntare in alto. Proponendo una serie di servizi full time erogati in lingua italiana da un team di monitoraggio e remediation di livello 1 e 2, formato da laureati selezionati tra i migliori esperti nel settore del security monitoring services. Pronti a fornire tutto il supporto necessario per rispondere tempestivamente a eventuali incidenti e a ripristinare i sistemi aziendali per garantire la continuità operativa».

Nel pacchetto di servizi offerto da ESET Detection & Response Ultimate «la componente XDR offre visibilità e controllo della rete aziendale» spiega Samuele Zaniboni, Senior Manager of Presales and Tech Engineer ESET. «Inoltre fornisce un supporto efficace nel rilevamento di incidenti e nella digital forensic, esegue l’analisi dei file potenzialmente dannosi e attiva le procedure di detection and response necessarie per innalzare il livello di protezione intorno al dato aziendale, ovunque si trovi, dal device personale agli applicativi in cloud».

Leggi anche:  Quali sono i rischi per le aziende che usano Microsoft 365 senza un valido backup?

Servizi a valore aggiunto per partner e rivenditori

La centralizzazione dei servizi gestiti e i risparmi derivati dall’economia di scala aprono nuove possibilità di business per i partner italiani, circa 200, di ESET. «I nostri MSP sono oggi in grado di proporre una gamma di servizi avanzati a costi competitivi anche ad una platea di clienti molto ampia come quella delle PMI» osserva Buccigrossi. «Una opportunità per consolidare le proprie revenue grazie a un pacchetto di servizi accessibili appoggiandosi direttamente al SOC di ESET. Servizi che si integrano a quelli già erogati in maniera autonoma dai SOC interni dei reseller. Senza la necessità – rileva Buccigrossi – di assumere personale per coprire H24 le risorse dei clienti: un evidente risparmio sui costi oltre all’opportunità di liberare risorse interne, riallocabili altrove». Anche in virtù dell’intenzione di rafforzare la capacità dei team dislocati nei vari paesi di interfacciarsi tra di loro e con quello di Livello 3 operativo presso l’headquarter di ESET a Bratislava in Slovacchia. «Grazie ai nuovi servizi MDR – conclude Buccigrossi – siamo ora in grado di supportare ancora meglio gli oltre 2000 rivenditori sul territorio, come se fossimo una business unit aggiuntiva. Questo ci aiuterà a sviluppare in modo ancora più proficuo il rapporto di collaborazione e partnership che ci lega».