Fincons Group apre le porte del suo Future Gateway alle startup

Fincons Group apre le porte del suo Future Gateway alle startup

A Bari, nel nuovo edificio recentemente inaugurato, Fincons ospita un gruppo di 5 startup per il primo appuntamento dell’Open Innovation Summit for Manufacturing

Fincons Group, società internazionale di IT business consulting e system integration con 40 anni di esperienza sul mercato e 2.600 collaboratori nel mondo, apre le porte del suo Future Gateway di Bari, il nuovo centro di innovazione costruito secondo i più moderni standard tecnologici, al primo gruppo di lavoro dell’Open Innovation Summit for Manufacturing, con l’obiettivo di creare un ambiente produttivo e collaborativo volto alla realizzazione di progetti di innovazione in ambito manifatturiero.

Le 5 startup selezionate sono parte della Fincons Open Innovation Platform, la piattaforma pensata per supportare i processi di lean manufacturing attraverso l’utilizzo delle più avanzate tecnologie abilitanti per l’industria 5.0 grazie a una suite applicativa, snella, modulare, flessibile e scalabile.

Michele Moretti, CEO di Fincons Group, commenta: “Siamo entusiasti di offrire un’occasione di incontro e crescita al mondo tecnologico presso il nostro nuovo Future Gateway, inaugurato un mese fa, che apre le sue porte a talentuose startup e alle università locali, per la discussione e condivisione di idee e collaborazioni in ambito didattico, progettuale e di nuovi spin-off. L’iniziativa ci fornisce la prima occasione ufficiale per consolidare e confermare l’impegno di Fincons sui temi dello sviluppo digitale e dell’investimento sul territorio e sui giovani.”

Partecipano:

–       WIDEVERSE, con sede a Bari, start-up innovativa, spin-off del Politecnico di Bari, sviluppa prodotti basati sulle tecnologie di realtà virtuale, realtà aumentata ed intelligenza artificiale.

–       MIRAITEK, con sede a Milano, è lo spin-off del Politecnico di Milano che unisce l’eccellenza dell’ingegneria industriale all’innovazione tecnologica. Miraitek raccoglie, legge e analizza i dati di funzionamento degli impianti produttivi e li trasforma in informazioni per massimizzare l’efficienza delle risorse produttive.

Leggi anche:  Zerynth entra a far parte del programma di SAP dedicato all'industria 4.0 ospitato da SAP.iO Foundry Munich

–       NEXTOME, con sede a Conversano (BA), è una PMI innovativa specializzata in tecnologie avanzate di localizzazione, monitoraggio e tracciamento real-time per la sicurezza, la produttività e l’efficientamento di processi produttivi e logistici di aziende ed organizzazioni complesse.

–       INVENTIO.AI, con sede a Fossano (CN), fornisce ai propri clienti gli strumenti più avanzati di intelligenza artificiale, aprendo nuove importanti possibilità in molteplici contesti, facilitando la transizione verso l’efficientamento dei prodotti e dei processi, verso una maggiore sostenibilità.

–       TRAENT, con sede a Pisa, sviluppa ‍tecnologie blockchain ibride e ha realizzato una nuova soluzione tecnica per ottenere l’immutabilità dei dati verificabili su registri privati. L’innovativa piattaforma consente l’integrazione di più sistemi informativi in silos oltre i confini dell’organizzazione, migliorando la collaborazione, la fiducia e la sostenibilità.

“L’Open Innovation si fonda sull’approccio strategico e culturale in base al quale le imprese, per creare più valore e competere meglio sul mercato, scelgono di adottare idee e risorse interne ma anche e soprattutto idee, soluzioni, strumenti e competenze tecnologiche che arrivano dall’esterno, in particolare da startup, università, istituti di ricerca. Aver adottato questa strategia ci consente di operare con efficacia nel perseguire l’innovazione e la realizzazione della Trasformazione Digitale dei processi dei nostri clienti, riducendo il time to market e disponendo costantemente dell’ultima frontiera della tecnologia.” Lo afferma Antonio De Girolamo, Director of Solutions and Development of Business Unit Manufacturing and Talent Outreach and University Relations Coordinator di Fincons Group. Infatti, oltre alle startup, partecipano all’iniziativa anche le Università del territorio con le quali è consolidata la collaborazione: Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Politecnico di Bari e LUM, importanti fonti di stimolo innovativo e fucine di talenti specializzati negli ambiti dell’innovazione e delle tecnologie emergenti.

Leggi anche:  AAA Startup innovative cercasi per affrontare, con l’Open Innovation, le sfide del mondo contemporaneo

Francesco Moretti, Group Deputy CEO e CEO International, conclude: “Il Future Gateway rappresenta un ulteriore tassello nel nostro impegno a continuare ad essere pionieri dell’innovazione e a offrire ai nostri clienti nei diversi settori le soluzioni più all’avanguardia. Un hub nevralgico unico per lo sviluppo tecnologico in Italia, grazie al quale possiamo portare avanti iniziative come queste svolgendo un ruolo di congiunzione tra l’innovazione e il mercato”.