Qualys inizia il 2023 con slancio grazie al consolidamento della propria offerta e della strategia commerciale

L’offerta di Qualys per il nuovo anno fa leva su funzionalità di cybersecurity avanzate inserite all’interno di una piattaforma di cloud security integrata, unica nel settore

Qualys inizia il 2023 con slancio grazie alle numerose innovazioni tecnologiche proposte e ai riconoscimenti conseguiti nell’anno appena conclusosi.

“Il 2023 si prefigura come l’anno del consolidamento per Qualys che nel suo ruolo di partner di security prosegue nella volontà di fornire alle organizzazioni una piattaforma unica che integra differenti funzionalità e capace di sostenerne le iniziative nei tre ambiti di intervento oggi più critici: la Visibilità sugli asset, la Risk Mitigation e la Threat Detection & Response” ha dichiarato Emilio Turani, Managing Director per Italia, South Eastern Europe, Turchia e Grecia di Qualys.

In una logica ‘Think global, Act local’, il manager precisa: “in Italia sosterremo la crescita del market-share di Qualys tramite la nostra presenza diretta dalle sedi di Milano e Roma e il supporto da parte del nostro distributore Icos. Proseguiremo, inoltre, nell’attuazione di una strategia di diversificazione dei clienti (enterprise e segmenti SME-SMB e MSSP) e, non ultimo, nell’esecuzione di un partner program nuovo con vantaggi per i nostri reseller”.

Uno studio di IDC stima che i livelli di investimento nella trasformazione digitale per il periodo 2022-2024 si attesteranno a 6,3 trilioni di dollari a livello globale e che questi rappresenteranno il 55% di tutti gli investimenti ICT entro la fine del 2024.

Lo studio sottolinea inoltre che per la prima volta, la maggioranza delle aziende (53%) ha una strategia di trasformazione digitale, con un aumento del 42% rispetto a soli due anni fa. Al centro di questa trasformazione c’è la necessità di attenzione verso lo scenario socio-economico che richiede accortezza e lungimiranza negli investimenti ICT e di sicurezza.

Leggi anche:  Euricom e Sinfo One, l’intelligenza del riso

“In particolare intendiamo portare ai Ciso soluzioni concrete in grado di aiutarli a ridurre in maniera misurabile e tangibile il cyber-risk e ad ottimizzare i costi di amministrazione e di possesso, oltre a identificare i costi nascosti, grazie a un efficientamento delle risorse” conclude Turani.

La piattaforma di Qualys disponibile oggi è frutto di costanti innovazioni e integrazioni di prodotto che si sono susseguite nel tempo per dotare i suoi utilizzatori di funzionalità capaci di sostenere la lotta ad attacchi informatici che evolvono e mutano senza sosta ovunque nel mondo. Come illustra Turani “La componente tecnica resta alla base della nostra identità, ma è oggi una tecnologia in grado di espandersi e di modellarsi in maniera flessibile in base alle esigenze contingenti delle aziende”.

Nella Qualys Cloud Platform attuale troviamo funzionalità come CSAM che offre una visibilità immediata e globale sui punti in cui i sistemi IT potrebbero essere vulnerabili alle più recenti minacce di Internet e dà accesso agli strumenti più idonei per proteggere ogni infrastruttura IT nel rispetto delle policy interne e delle normative esterne.

TotalCloud con FlexScan, lanciato a fine 2022, è un esempio di innovazione volta a dotare le aziende di un VMDR cloud-nativo che, con una precisione Six Sigma, consente tramite scansione agent e agent-less una copertura completa della gestione della postura cloud-nativa e della sicurezza dei carichi di lavoro in ambienti multi-cloud e ibridi.

Alla mitigazione del rischio di sicurezza complessivo per evitare gli attacchi viene in aiuto il Multi-Vector EDR 2.0, integrabile con Qualys VMDR, che aiuta le organizzazioni a concentrarsi rapidamente sull’eliminazione delle minacce più rischiose, rafforzando al contempo la propria resilienza informatica.

VMDR 2.0 presenta nuove funzionalità che offrono ai team di sicurezza, cloud e IT una visione senza precedenti della loro risk posture, insieme a un’orchestrazione drag and drop facile da usare per dare priorità e rispondere rapidamente alle minacce più critiche. Qualys Vulnerability Management, Detection and Response (VMDR 2.0) è stata riconosciuta vincitrice della categoria ‘Best Vulnerability Management Solution’ agli SC Awards 2022.

Leggi anche:  30 anni di innovazione passion-driven

La nuova funzionalità di External Attack Surface Management (EASM), integrata nella funzionalità CSAM dalla scorsa estate, aggiunge poi la vista dell’attaccante esterno per identificare le risorse esposte su Internet, precedentemente sconosciute, e ottenere un quadro completo e accurato della superficie di attacco.

Tecnologie di ultima generazione quali il Machine Learning e l’Intelligenza Artificiale, infine, consentono oggi di avvalersi di una piattaforma di analisi predittiva potente, alimentata dall’enorme base dati di Qualys (oltre 10 trilioni di entry), per rilevare in tempo reale le minacce “zero-day” e scoprire modelli di comportamento quali lo sfruttamento attivo delle vulnerabilità e la mitigazione adattiva del rischio su tutti gli asset e le applicazioni.

A supporto della strategia di sviluppo nel Paese, con l’inizio del nuovo anno si irrobustisce il team commerciale di Qualys con l’ingresso di nuove risorse, tra cui quello di Ivan Roattino, Sales Area Manager Nord Italia, che da questo gennaio sosterrà i piani di investimento e crescita di Qualys nelle regioni del nord Italia e di supporto ai clienti esistenti, che in misura crescente investono in soluzioni di cloud security e digital transformation.