Costruire un futuro connesso con attenzione all’ambiente

Costruire un futuro connesso con attenzione all’ambiente

A cura di Donna Johnson, CMO di Cradlepoint

Per avere successo le aziende hanno bisogno di una connettività veloce e sicura. Che si tratti di utilizzare l’Internet of Things (IoT) per monitorare sistemi complessi, connettere lavoratori remoti o ridurre sprechi e inefficienze, le reti ad alte prestazioni sono fondamentali per l’infrastruttura aziendale. Grazie ad una connettività ad alta velocità e dalle prestazioni elevate, i responsabili dei diversi team hanno accesso a strumenti e informazioni vitali per prendere decisioni informate, ovunque e in qualsiasi momento.

Una connettività affidabile è fondamentale per il successo di un’azienda. Che si tratti della mancata disponibilità di servizi in fibra ottica ad alta velocità o di problemi di connettività che causano interruzioni della rete, le conseguenze possono essere devastanti. Dalle vendite perse alla mancanza di accesso all’infrastruttura centrale e al rallentamento dei progetti di sostenibilità, i problemi di connettività colpiscono le aziende in modo ampio e significativo. Tuttavia, esistono nuove soluzioni di connettività che possono rispondere a queste sfide e offrire una connessione affidabile su cui le aziende possano contare.

I problemi di connettività costano milioni di euro alle imprese europee

In base al recente Rapporto sullo Stato della Connettività in Europa, il 74% dei responsabili aziendali sperimenta una media di due ore di interruzioni di rete ogni settimana. Secondo Gartner queste discontinuità comportano una perdita media di oltre 300.000 euro all’ora, un impatto finanziario che molte aziende non possono permettersi. Inoltre, il 46% delle aziende intervistate ha riferito che i problemi di connettività hanno causato un aumento dei costi operativi, mentre un terzo (33%) delle aziende ha affermato che hanno comportato la perdita di opportunità di business.

I problemi di connettività comportano conseguenze che vanno oltre il costo finanziario diretto, perché possono influenzare negativamente la capacità delle organizzazioni di raggiungere i propri obiettivi aziendali. Ad esempio, sebbene il 78% degli intervistati desideri utilizzare dispositivi IoT per migliorare l’efficienza dei propri uffici, il 64% ha sperimentato una mancata realizzazione dei progetti di sostenibilità a causa di una connettività inadeguata. Questo rappresenta un vero e proprio ostacolo per le aziende che cercano di ridurre l’impatto ambientale, considerando che gli edifici contribuiscono al 40% dell’utilizzo globale di energia, di cui la metà viene sprecata. Inoltre, ben il 75% degli edifici è caratterizzato da elevata inefficienza energetica, rendendo fondamentale affrontare questo problema.

Leggi anche:  Tisséo, Azienda dei Trasporti di Tolosa: autobus ultraconnessi grazie alle soluzioni Cradlepoint

Sostenibilità e sicurezza dei dipendenti con le reti private: un’opzione all’avanguardia

Per affrontare queste sfide, sempre più aziende scelgono di utilizzare delle reti private LTE e 5G. Queste reti offrono un approccio innovativo per soddisfare le esigenze operative senza compromettere la visibilità, il controllo o la sicurezza. Consentono di garantire affidabilità e capacità di banda, migliorando contemporaneamente la latenza per supportare applicazioni mission-critical come l’intelligenza artificiale e il machine learning (AI/ML), l’Internet of Things (IoT) e i robot autonomi.

Le reti cellulari private possono inoltre offrire maggiore affidabilità rispetto al Wi-Fi. A volte pur apparendo disponibili, le reti Wi-Fi possono presentare problemi come interferenze del segnale, congestione del traffico o copertura limitata. Mentre le reti private hanno frequenze dedicate controllate dall’organizzazione, il che significa meno interferenze esterne e maggiore sicurezza.

Le reti cellulari private offrono vantaggi significativi nella connettività su superfici estese per settori come quello manifatturiero. Rispetto alle tradizionali interfacce cablate, che richiederebbero l’installazione e la gestione individuale di numerosi punti di accesso Wi-Fi, le reti cellulari private consentono di garantire rapidamente la connettività in vaste aree. Questa capacità di implementare l’infrastruttura di rete in modo rapido tramite tecnologia wireless consente alle imprese di mantenere i propri dipendenti connessi sin dal primo giorno di lavoro, anche in ambienti operativi sul campo. Ad esempio, Hitachi ha utilizzato le reti private per dimostrare il potenziale delle “smart factory”, supportando la trasmissione in tempo reale di video digitali, intelligenza artificiale e tecnologie edge-to-cloud. Allo stesso modo, Samsung ha utilizzato questa tecnologia per migliorare i flussi di lavoro presso Hoban Construction, consentendo il monitoraggio ad alta risoluzione basato su droni, sensori IoT per misurare la resistenza del calcestruzzo e giubbotti “intelligenti” per la sicurezza.

Leggi anche:  Ericsson presenta un kit software per abilitare servizi premium 5G con connettività differenziata

Le reti private stanno svolgendo un ruolo importante nell’aiutare le aziende a fare progressi nel campo della sostenibilità e a garantire la sicurezza dei loro dipendenti in ambienti di lavoro impegnativi. Ciò rappresenta solo un esempio di come le reti private siano state utilizzate con successo per raggiungere tali obiettivi.

Cradlepoint ha adottato un approccio diretto alla sostenibilità, riconoscendo l’importanza di assumere un ruolo proattivo come azienda. In collaborazione con la nostra capogruppo Ericsson nell’affrontare le questioni ambientali e stimolare lo sviluppo socioeconomico, ci siamo posti l’obiettivo ambizioso di raggiungere emissioni net zero in tutta la nostra value chain entro il 2040. In questo modo, ci impegniamo a fare la nostra parte nel contribuire all’obiettivo più ampio di mitigare l’impatto ambientale e creare un futuro sostenibile.

Il nostro contributo più importante per contrastare il cambiamento climatico consiste nello sviluppare un’offerta ad alta efficienza energetica, che aiuti a ridurre la curva di consumo delle reti mobili, diminuendo l’energia utilizzata, i costi e le emissioni di anidride carbonica da parte dei nostri clienti. Il nostro nuovo adattatore W1855-5GC, recentemente lanciato, è stato progettato per avere una maggiore sostenibilità rispetto al modello precedente, aderendo allo stesso tempo ai più recenti standard 5G. È più compatto, ridotto del 78% in dimensioni e più leggero del 74%. Richiede anche il 30% in meno di energia e il suo imballaggio, privo di plastica, utilizza l’84% in meno di materiale. Inoltre, l’alloggiamento in alluminio riflette il nostro impegno nell’utilizzo di materiali riciclati e provenienti da fonti sostenibili.

Abbiamo preso l’impegno di ridurre l’impatto ambientale dei componenti hardware che utilizziamo e per questo motivo abbiamo creato il Cradlepoint Recycling Programme. Questo programma permette la raccolta, la riconversione e il riciclo dei nostri prodotti in tutto il mondo. Inoltre, tutti i router e gli adattatori Cradlepoint sono imballati con materiale di spedizione privo di plastica e facilmente riciclabile. Così facendo, ci assicuriamo di porre attenzione anche alla fase di smaltimento dei nostri prodotti, contribuendo a una gestione più sostenibile del ciclo di vita dei nostri dispositivi.

Leggi anche:  Le infrastrutture di rete nel 2024: è tutta una questione di economia

Connessi verso un mondo migliore

Oggi, le aziende che vogliono avere successo devono considerare non solo l’innovazione e la crescita, ma anche il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità. I criteri ESG sono sempre più rilevanti in molte aree, dai contratti con enti pubblici alle scelte di consumo dei clienti. Pertanto, avere la tecnologia e l’infrastruttura di rete adeguate a operare in modo efficiente e ridurre il consumo di risorse non è più una scelta opzionale, ma una necessità. Con l’adozione di reti private e la collaborazione con fornitori che condividono questi obiettivi, le aziende possono garantire l’affidabilità, la flessibilità e la visibilità necessarie per raggiungere tali traguardi. Le organizzazioni che non approfittano di questa opportunità rischiano di restare indietro rispetto alla concorrenza nel lungo periodo.