CA Technologies migliora l’approccio DevOps per aiutare l’IT ad accelerare l’innovazione

Grazie a nuove funzionalità della suite CA LISA 7.0 per l’Application Delivery e l’acquisizione di Nolio, l’IT può affrontare in modo efficiente le sfide DevOps

CA Technologies ha ampliato la gamma delle soluzioni CA LISA, piattaforma leader di mercato, a supporto delle metodologie DevOps per aiutare i clienti a migliorare lo sviluppo e la distribuzione delle applicazioni e accelerare il processo di innovazione. Come parte di questa iniziativa, l’azienda ha annunciato l’acquisizione di Nolio, che porterà al business di CA Technologies, nell’ambito della virtualizzazione dei servizi, nuove funzionalità di rilascio continuo di applicazioni nell’ambiente di produzione (continuous delivery). I dettagli dell’operazione finanziaria non sono stati resi noti.

“Avere successo nel mondo di oggi in cui lo sviluppo deve essere rapido e agile e le infrastrutture ibride sono complesse, richiede da parte del dipartimento IT l’automazione dei processi di distribuzione delle applicazioni e l’adozione di strumenti in grado di offrire ai clienti la possibilità di creare innovazione in modo efficiente e più veloce rispetto alla concorrenza”, ha dichiarato Shridhar Mittal, General Manager della divisione Application Delivery, CA Technologies. “Sulla base della nostra competenza nella virtualizzazione dei servizi, attraverso lo sviluppo organico e acquisizioni mirate, favoriamo efficienza, risparmi sui costi e cicli di release più rapidi e, altrettanto importante, aiutiamo i nostri clienti a ottenere un approccio realmente ottimizzato al DevOps”.

Grazie a una soluzione integrata di Application Delivery, i clienti possono semplificare i rilasci delle applicazioni, svilupparle, testarle rapidamente e inviarle automaticamente in produzione con una migliore qualità assicurando il continuous delivery lungo tutto il ciclo di sviluppo software, per migliorare l’agilità operativa e del business. “Stiamo costantemente innovando e distribuendo sul mercato nuove applicazioni e questo ci ha avvicinato all’orientamento DevOps della suite di prodotti CA LISA”, ha dichiarato Laura Miller, senior vice president, Financial Services Application Development, First Data Corporation. “Quando virtualizziamo senza alcun tipo di vincolo e automatizziamo attività manuali nel ciclo di vita del software, la collaborazione tra i team di sviluppo, QA e team operativi raggiunge nuovi livelli. Ci aspettiamo continui miglioramenti nel time-to-market e una maggiore affidabilità dei nuovi servizi come richiesto dai nostri clienti”.

Leggi anche:  I trend per il settore Retail per il 2021

Acquisizione di Nolio

Nolio è riconosciuta leader nel continuous application delivery con una grande e crescente base di clienti di livello enterprise e service provider.

Le soluzioni Nolio aiutano i clienti a:

– Migliorare l’agilità operativa e aziendale riducendo in modo significativo i tempi di rilascio.

– Semplificare, standardizzare ed eseguire il rilascio delle applicazioni con maggiore precisione.

– Automatizzare il ripristino delle applicazioni per una continuità del servizio.

– Attivare un’automazione del rilascio veloce, agile e scalabile per le applicazioni tradizionali e basate su cloud.

Secondo un recente rapporto 451 Research, “Nolio sta espandendo la sua base di clienti di tipo enterprise e service provider che fa ben sperare per il suo futuro e per il mercato dell’automazione delle release e DevOps. Inoltre, la crescita di Nolio conferma l’evoluzione dell’orientamento DevOps, ovvero la convergenza dello sviluppo delle applicazioni e la loro distribuzione tramite le operazioni IT e il fatto che sempre più grandi aziende e service provider stiano implementando automazione, continuous delivery ed approccio DevOps, dopo aver già raggiunto con successo la distribuzione per settori, per test e progetti pilota”.

La suite CA LISA Application Delivery

Al CA World 2013, CA Technologies presenta la suite CA LISA per l’application delivery, sui cui si concentra la maggior parte degli sforzi DevOps e che consente una distribuzione più rapida sul mercato delle applicazioni, con una qualità superiore e costi ridotti. La suite include:

CA LISA Service Virtualization: riduce o elimina vincoli o ostacoli come la disponibilità limitata di laboratori e di sistemi, software e dati di test incompleti che impediscono la distribuzione delle applicazioni nei tempi prefissati, attraverso il modeling di servizi e sistemi necessari allo sviluppo dell’applicazione. L’ultima versione offre funzionalità di mainframe, localizzazione, protocolli aggiuntivi e funzionalità dei dati.

Leggi anche:  Veeam, crescita del 22% nel 2020

Questa soluzione aiuta i clienti a:

– Migliorare la qualità anticipando l’identificazione dell’errore nel ciclo di sviluppo.

– Velocizzare il time-to-market per aggiornamenti o nuovi servizi.

– Minor costo delle infrastrutture e dei servizi pay-per-use.

– Ridurre la domanda e il conflitto degli hardware fisici e dei laboratori.

– Abilitare lo sviluppo parallelo in un ambiente virtuale disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

CA LISA Release Automation: con l’acquisizione di Nolio questa nuova offerta migliora sensibilmente la capacità di far transitare un’applicazione software in modo affidabile e rapido lungo il processo di sviluppo e durante la messa in produzione in ambienti IT fisici, virtuali e cloud.

Con CA LISA Release Automation di, i clienti possono:

– Automatizzare i processi complessi e le modifiche richieste per spostare il codice tra la fase di sviluppo, test e la messa in produzione.

– Migliorare la qualità e l’affidabilità dell’applicazione, standardizzando i processi di rilascio.

– Aumentare la velocità dei cicli di rilascio dell’applicazione;

– Ridurre la dipendenza della piattaforma facilitando la migrazione e lo sviluppo.

– Assicurare uno sviluppo efficace e un ripristino delle funzionalità.

– Semplificare lo sviluppo della produzione e la capacità di pianificazione.

“Thomson Reuters si affida a piattaforme tecnologiche innovative per distribuire notizie importanti, informazioni e soluzioni per i clienti in tutto il mondo. CA LISA Release Automation assisterà i nostri tecnici e sviluppatori nell’automazione dello sviluppo di alcune delle nostre applicazioni chiave migliorando l’efficienza con la quale rilasciamo i nostri prodotti sul mercato”, ha dichiarato Charlie Richardson, Head of Development Effectiveness, Thomson Reuters.

CA LISA Pathfinder: offre al reparto IT migliori modelli di ambienti reali per lo sviluppo e la verifica delle applicazioni, utilizzando le informazioni che derivano sia dalla fase di sviluppo che di produzione.

Leggi anche:  Il primo motore navale hidro-jet elettrico lancia aumento di capitale di 7 milioni di euro

Questa soluzione aiuta i clienti a:

– Eliminare operazioni ripetitive di test e validazione per consentire agli sviluppatori e tester di focalizzarsi sul valore aggiunto delle funzionalità.

– Acquisire un traffico applicativo realistico e metriche prestazionali in pre-produzione.

– Consentire ai clienti di creare e gestire suite di test per una continua integrazione.

– Aumentare la copertura dei test di regressione attraverso una validazione degli scenari di business.

– Ridurre i tempi e i costi di risoluzione degli errori tramite la rilevazione automatizzata degli errori e l’individuazione rapida della root cause del problema.

– Automatizzare il rilevamento e la mappatura dell’architettura applicativa.

CA LISA DevCloud Manager: consente di garantire che gli ambienti e le infrastrutture utilizzate nello sviluppo, test e produzione siano effettivamente pronti per le applicazioni che dovranno funzionare su infrastrutture fisiche, virtuali e cloud.

Con CA LISA DevCloud Manager, i clienti possono:

– Ridurre le attività manuali, la manutenzione ed i tempi e costi eccessivi delle infrastrutture degli ambienti completi attraverso automazione.

– Eliminare i conflitti di risorse tra i diversi team di sviluppo e di verifica tramite la disponibilità continua di ambienti di laboratorio preconfigurati.

– Consentire all’IT di impostare standard centralizzati negli ambienti di sviluppo del provisioning delle applicazioni, offrendo al contempo la flessibilità necessaria per permettere ai team di definire configurazioni e dati di progetto specifici.

– Ottimizzare il consumo di risorse impiegate nell’elaborazione di dati nella fase di pre produzione negli ambienti cloud privati o pubblici.