Microsoft: anche le PMI vanno in cielo…

Grazie al nuovo Windows Intune, le imprese minori possono godere di tutti i vantaggi del Cloud, garantendosi una gestione dei Pc semplice, standardizzata ed economica

Una soluzione per proteggere e gestire i Pc delle realtà piccole e medie, che si adatta alle loro esigenze e che consente di sfruttare tutti i benefici del Cloud computing sinora riservati alle entità di grosso calibro. Un miraggio? No, è la felice realtà di Windows Intune, lanciata ultimamente da Microsoft in 35 Paesi al fine di consentire una gestione dei Pc più efficiente e funzionale, con un occhio di riguardo ai costi e alla flessibilità utile all’evoluzione delle necessità aziendali.

«Le considerazioni che stanno alla base della nostra proposta – ha spiegato Davide Salmistraro, direttore gruppo Windows client commercial della società – si riferiscono al fatto che, al contrario delle loro sorelle maggiori, le piccole realtà aziendali non sono assolutamente abituate a gestire i Pc avvalendosi delle potenzialità della tecnologia Cloud. Perché non l’hanno nel loro Dna, spesso non ne intuiscono sino in fondo il valore e si trovano in difficoltà nell’affrontarne la complessità, dovendo inoltre approntare un simile progetto per un ridotto numero di apparecchiature e quindi in modo diseconomico».

Il vantaggio offerto da Intune sta invece, secondo Salmistraro, nel poter raccogliere la sfida del Cloud con estrema semplicità e con un budget molto accessibile, garantendosi, tramite un’unica console Web, tutte le funzionalità gestionali e di protezione che tali aziende necessitano.

Fra i benefici il manager infatti ha sottolineato come la soluzione consenta di proteggere efficacemente tutti i Pc, gestire update e alert, fruire di un’assistenza remota in real time delle apparecchiature, inventariare le loro complete dotazioni hardware e software, gestire le policy di sicurezza e le licenze e infine, elemento non certo secondario, ma di grande interesse per le imprese, garantirsi i diritti di upgrade a Windows 7 Enterprise.

Leggi anche:  Perché la conversazione sul cloud non riguarda il cloud

«Una soluzione che non ha alcun bisogno d’implementare reti aziendali dedicate, ma solo della normale connessione a Internet – sono state le parole di Salmistraro – e che offre la possibilità di avvalersi di un’unica versione di Windows standardizzata in azienda, per incrementare l’efficienza e ridurre al contempo i costi».

Soluzione pensata sin da subito per essere flessibile e scalabile, che presenta un ciclo di release più frequenti dei prodotti on-premise e una roadmap sincronizzata con le soluzioni in uso presso i clienti enteprise, con la quale Microsoft ritiene già oggi di poter «coprire le esigenze del 90% delle aziende italiane – ha sostenuto Salmistraro -, e puntare in futuro a rispondere alle necessità anche delle realtà più complesse».

Nel sottolineare come l’attuale versione 1 del prodotto (la 2 arriverà fra circa 6-7 mesi, con ulteriori potenzialità, come per esempio la possibilità di gestire pure group policy…) preveda un costo pari a soli 11 euro al mese per dispositivo, in virtù della sottoscrizione di un abbonamento, Salmistraro ha evidenziato che ad arricchire i benefici di questa soluzione all-in-one è altresì la rete dei partner Microsoft certificati ad hoc (all’incirca 200, con obiettivi d’incremento nel tempo), i quali possono offrire servizi aggiuntivi e personalizzati, garantendosi a loro volta maggiori opportunità nei confronti della clientela.