IBM aiuta le aziende ad affrontare le sfide dei Big Data per i diversi settori di industria

In occasione dell’IBM Information On Demand & Business Analytics Forum 2012, IBM ha presentato un nuovo sistema di marketing digitale e un software per i Big Data per aiutare le aziende ad acquisire insights utilizzabili nell’ambito della più ampia gamma possibile di dati, per poter trasformare le modalità di fare business con clienti, dipendenti e partner

Le nuove offerte affrontano le sfide più urgenti per le aziende relative ai Big Data: accedere e ottenere informazioni da un enorme flusso di dati generati da reti mobili, sociali e digitali. Le offerte, che sono parte integrante della piattaforma di IBM per i Big Data, possono essere installate e rese operative in poche ore e sono in grado di analizzare petabyte di dati specifici di settore e di social media con tempi di risposta nell’ordine delle frazioni di secondo, nonché di analizzare in modo continuo dati geospaziali, di servizi finanziari e di telecomunicazioni in movimento.

Secondo Gartner, la spesa IT relativa ai Big Data in tutto il mondo crescerà dai 27 miliardi di dollari del 2012 a 55 miliardi di dollari nel 2016.

Le imprese di tutti i settori si trovano sempre più sotto pressione per ricavare nuovi insights da una quantità di dati in aumento esponenziale. Nel settore delle comunicazioni, sei miliardi di abbonati a servizi di telefonia mobile in tutto il mondo chiedono offerte esclusive e personalizzate che corrispondano al proprio stile di vita individuale. Nel campo dei servizi finanziari, le società di Wall Street generano cinque nuovi documenti di ricerca al minuto. Inoltre, si stima che ogni anno si verifichino quasi 100 miliardi di dollari di mancate vendite complessive perché i rivenditori non hanno a disposizione prodotti adeguati a soddisfare la domanda dei loro clienti.

IBM sta rafforzando anche le proprie offerte di cloud analytics in diversi settori. Il suo portafoglio, primo nel suo genere, di applicazioni basate su cloud offre funzionalità di analisi predittiva a disposizione delle aziende del settore dei servizi finanziari, della vendita al dettaglio e della formazione per rinnovi assicurativi personalizzati, per condurre analisi di acquisto al dettaglio e per creare nuovi programmi di formazione personalizzati attraverso IBM SmartCloud.

Una recente indagine globale congiunta dell’Università di Oxford e di IBM su 1.144 professionisti commerciali e dell’IT di 95 paesi e 26 settori diversi, mostra che il 63 per cento degli intervistati sta ottenendo vantaggi competitivi per la propria organizzazione dall’utilizzo di Big Data e funzionalità analitiche: si tratta di un aumento del 70 per cento rispetto al 37 per cento che ha indicato un vantaggio competitivo in uno studio IBM del 2010.

Questo annuncio unisce le innovazioni esclusive di IBM in Ricerca e Sviluppo con le tecnologie acquisite attraverso Vivisimo e Unica, per fornire alle aziende dati federati e funzionalità di Web analytics combinate in una piattaforma di analisi dei Big Data. Tra le nuove offerte possiamo annoverare:

Big Data per i Chief Marketing Officer

La diffusione di tecnologie per l’analisi dei Big Data sta guidando la trasformazione del marketing in ogni canale. I Chief Marketing Officer (CMO) hanno ora il compito di analizzare le esigenze dei consumatori provenienti da social media, dispositivi mobili e canali tradizionali e allineare queste esigenze allo sviluppo del prodotto e alle vendite.

Il nuovo IBM Digital Analytics Accelerator aiuta i CMO a sfruttare il “sentiment” dei consumatori per creare pubblicità e promozioni mirate ed eseguire funzionalità avanzate di Web analytics in grado di anticipare le esigenze dei clienti stessi. Ora i CMO sono in grado di introdurre funzionalità di analisi avanzate in tutti i social media, nel traffico web e nella comunicazione con i clienti dietro il proprio firewall. La prima soluzione del settore per i Big Data nell’ambito del marketing digitale è alimentata da tecnologie Netezza e Unica. Grazie a questa offerta integrata che comprende PureData System for Analytics, recentemente annunciato, i clienti possono eseguire funzionalità di analisi complesse su interi petabyte di dati nel giro di pochi minuti, fornendo insight immediati ai professionisti del marketing. I CMO possono utilizzare nuovi insights per accelerare le campagne di marketing e soddisfare al meglio le esigenze dei consumatori, sulla base della più ampia gamma disponibile di dati. Secondo Trident Marketing, società di direct-response marketing and sales per marchi come DIRECTV, ADT e Travel Resorts of America, le analisi sui Big Data hanno aiutato l’azienda ad ottenere una visibilità senza precedenti nei confronti dei consumatori: dalla previsione del preciso istante in un cliente viene ingaggiato alla probabilità che un cliente annulli un servizio. L’azienda, grazie alla collaborazione con IBM e il suo partner Fuzzy Logix, ha ottenuto una crescita notevole, con un aumento delle entrate pari a dieci volte in soli quattro anni, un aumento del dieci per cento delle vendite nei primi 60 giorni e la diminuzione del 50 percento del tasso di abbandono da parte del cliente.

Leggi anche:  SIA annuncia i risultati finanziari

I professionisti del marketing oggi possono conoscere direttamente le modalità con cui i singoli consumatori rispondono alle campagne, ha dichiarato Brandon Brown, Chief Information Officer di Trident Marketing. Utilizzando le funzionalità IBM di analisi dei Big Data per acquisire il sentiment dei social media, oltre ad altre importanti informazioni sulle vendite e sulla supply chain, siamo in grado di aiutare i nostri clienti a spostarsi dal marketing di massa al marketing personalizzato. Le imprese che non ricorrono all’analisi dei Big Data dovranno presto cedere il passo a concorrenti che possono contare su una migliore conoscenza dei consumatori.”

Streaming dei dati per i provider di servizi di comunicazione

Secondo un recente rapporto dell’Agenzia per le Telecomunicazioni delle Nazioni Unite, in tutto il mondo sono attualmente presenti 6 miliardi di utenti di telefonia mobile. I provider di servizi di comunicazione (Communications Services Providers – CSP) sono quindi soggetti ad una pressione in continuo aumento per analizzare i Big Data provenienti dalle proprie reti e utilizzarli per migliorare il servizio, individuare le frodi e ridurre il tasso di abbandono dei clienti.

Grazie al software InfoSphere Streams, sviluppato da IBM Research, è possibile analizzare e condividere i dati in movimento, consentendo di prendere decisioni in frazioni di millisecondo in ambienti in cui in ogni secondo possono essere fatte milioni di scelte. Il software analizza in modo continuo enormi volumi di dati ad una velocità che raggiunge alcuni petabyte al giorno.

Dopo verifiche effettuate inizialmente su dati relativi ai mercati finanziari, le nuove funzionalità includono acceleratori integrati che aiutano i CSP ad acquisire e analizzare in modo continuo i dati in movimento provenienti dalle loro reti. Di conseguenza, essi sono in grado di comprendere in modo più preciso le modalità con cui i clienti utilizzano i servizi e quali siano le loro preferenze, rendendo più agevole l’offerta di prodotti e modalità di pagamento personalizzate, ridurre il tasso di abbandono e fidelizzare i clienti. Il software inoltre possiede funzionalità integrate di analisi dei social media, per aiutare i responsabili del marketing ad affinare le promozioni a sostegno delle iniziative di fidelizzazione e conservazione della clientela.

Leggi anche:  TIM e Comau: accordo per la trasformazione digitale delle industrie manifatturiere

Sprint utilizza la tecnologia di analisi IBM per raccogliere e interpretare tutti i dati di rete (ad esempio, i dati relativi alla posizione, alle cadute di linea, alle interruzioni del servizio, alle prestazioni della rete, ecc.) in modo da migliorare la customer experience complessiva e aumentare l’efficienza operativa.

IBM sta aiutando Sprint a gestire ed analizzare i dati di rete ad una velocità superiore del 90 per cento rispetto al passato”, ha dichiarato Von McConnell, direttore esecutivo Innovation and Advanced Labs di Sprint. Ora siamo in grado di personalizzare nuovi prodotti e servizi in tempo reale e di rispondere immediatamente alle mutevoli dinamiche di mercato. Gli spunti che otteniamo dall’analisi dei Big Data ci permettono di creare e offrire nuove applicazioni mobili in pochi minuti, invece di ore, dando a Sprint la possibilità di essere in vantaggio rispetto ai propri concorrenti.

InfoSphere Streams fornisce anche la possibilità di effettuare il “drag and drop” delle sorgenti di dati per creare nuove applicazioni di analisi in modo immediato e intuitivo. Partendo da una semplice interfaccia GUI, gli sviluppatori possono progettare flussi di processo complessi, invece di utilizzare la programmazione tradizionale. I Data Scientists hanno la possibilità di usufruire di nuovi toolkit per l’automazione dell’analisi di dati geospaziali, dati relativi a mercati finanziari e dati macchina, quali i log degli eventi di rete, i record di dettaglio delle chiamate e le transazioni finanziarie.

Software basato su Hadoop per funzionalità di analisi specifiche di settore

IBM InfoSphere BigInsights analizza i tradizionali dati strutturati presenti nei data base insieme ai dati non strutturati, per consentire un processo decisionale più rapido. Le nuove caratteristiche comprendono acceleratori integrati che analizzano i dati provenienti dalle infrastrutture digitali per aiutare le aziende di vari settori (vendita al dettaglio, manifatturiero, oil & gas, energia e servizi pubblici, sanità, viaggi e trasporti) a monitorare l’efficienza operativa, lo stato delle indagini sugli incidenti relativi alla sicurezza, la manutenzione proattiva, l’identificazione dei problemi e la prevenzione delle interruzioni.

Il software BigInsights ora include acceleratori integrati di analisi dei social media, per aiutare i responsabili marketing a sviluppare applicazioni per l’acquisizione e la fidelizzazione dei clienti, per eseguire segmentazioni della clientela e ottimizzazione delle campagne e per ottimizzare la lead generation. I dipendenti possono anche selezionare diverse fonti di dati e creare istantaneamente nuove applicazioni, senza la necessità di possedere competenze specifiche di Hadoop.

Ora BigInsights dispone della nuova funzionalità InfoSphere Data Explorer, che consente attività avanzate di federazione dei dati grazie all’acquisizione da parte di IBM di Vivisimo. Il software naviga nei dati disponibili, ovunque essi risiedano, per scoprire nuovi insights, visualizzare relazioni, identificare il valore dei dati stessi e stabilirne le possibilità di utilizzo.

Basandosi sulla potenza della piattaforma IBM per i Big Data e sull’integrazione continua con software di Business Analytics, il reporting analitico sui dati Hadoop, con IBM Cognos BI e IBM Cognos Consumer Insight, è una soluzione data-to-dashboard fondamentale per l’analisi del sentiment dei social data. In questo modo, un maggior numero di responsabili del processo decisionale può trarre vantaggio dai Big Data in tutta l’organizzazione.

Funzionalità di analisi predittiva per le PMI nel Cloud

Fino ad oggi, l’analisi predittiva è stata impiegata soprattutto da grandi imprese che sono in grado di investire in software, competenze e infrastrutture necessarie. Analytic Answers offre ora alle aziende di piccole e medie dimensioni l’analisi predittiva come servizio, fornendo loro l’accesso alle più recenti funzionalità analitiche senza investimenti iniziali.

Leggi anche:  Prysmian Group annuncia i risultati finanziari

Le aziende possono inserire i propri dati e le proprie domande relative a problematiche aziendali, quali la frode, la fidelizzazione dei clienti, o la manutenzione predittiva e ricevere risposte rapide. Ad esempio, una compagnia di assicurazione di piccole dimensioni può facilmente inserire i propri dati per determinare quali siano i suoi clienti con la probabilità più elevata di rinnovare una particolare polizza. Il servizio analizza i dati e fornisce una risposta che consente all’azienda di agire rapidamente proponendo una nuova polizza su misura.

Il software utilizzato dal servizio Analytics Answers è in grado di analizzare una grande varietà di informazioni, da quelle geospaziali a quelle sociali, ai dati macchina. Per rimuovere le barriere che ne prevengono l’adozione, Analytics Answers è disponibile come servizio su abbonamento attraverso IBM Smart Cloud. Anche le grandi imprese possono trovare interessanti queste funzionalità dall’analisi predittiva sul cloud di IBM, soprattutto nel momento in cui cercano di far partire rapidamente determinati progetti pilota, avendo a disposizione un budget contenuto. Tra i vantaggi, possiamo annoverare l’aumento dei consumi al dettaglio dei clienti grazie ad offerte estremamente mirate per il lancio di un nuovo prodotto o l’aumento dell’attività di rinnovo di polizze assicurative grazie all’identificazione delle opportunità di cross-selling.

Le funzionalità di analisi migliorano i processi degli Uffici Finanziari e Amministrativi

I requisiti di reporting normativi, di compliance e di performance presentano sempre più caratteristiche di complessità e di urgenza, che richiedono una combinazione di dati di natura diversa provenienti dall’azienda e parti di testo descrittive per soddisfare obblighi normativi, quali 8K, presentazioni per gli investitori, report di debt management a livello di tesoreria e revisioni di analisi operative. Attualmente, la maggior parte degli uffici finanziari utilizza processi manuali e molto dispendiosi per creare i report richiesti. Secondo il Gruppo Hackett, l’82 per cento dei report di gestione viene creato utilizzando fogli di calcolo come applicazione di business principale. E’ un procedimento che richiede tempo, è soggetto ad errori e ogni volta che deve essere apportata una modifica il processo va ripetuto con un rischio maggiore.

Il nuovo software IBM Disclosure Management affronta questa complessità attraverso l’acquisizione e l’analisi dei diversi dati inclusi nei report finanziari, utilizzando un ambiente familiare con foglio di calcolo. La soluzione soddisfa non solo i requisiti normativi, ma anche i requisiti di controllo di gestione, delle relazioni con gli investitori, di tesoreria, di pianificazione finanziaria e di divulgazione dell’analisi.

Ad esempio, il software automatizza molte attività che erano necessarie in passato per creare i report di gestione e il relativo contenuto. La soluzione automatizza anche la creazione di nuovi modelli di reporting all’inizio di un ciclo di reporting finanziario, il processo di revisione e approvazione e il trasferimento in questi report di dati provenienti dalle opportune fonti. Eventuali modifiche dei dati dell’ultimo momento ora richiedono molto meno lavoro perché, quando viene apportato un cambiamento, la soluzione rintraccia tutti i punti che contengono i relativi dati coinvolti all’interno di tabelle, grafici e blocchi di testo e ne aggiorna automaticamente il contenuto. In una grande azienda del settore petrolifero, questi miglioramenti del processo hanno consentito di ridurre del 91 percento il tempo impiegato dai contabili e dai professionisti degli uffici finanziari.