L’Agenzia delle Entrate spulcia nei conti correnti bancari con il Sid

Il Fisco è ora in possesso del Sid, un sistema che gli permette di avere ai accesso ai conti correnti bancari nell’ottica della lotta all’evasione

Il Governo ha dotato l’Agenzia delle Entrate, che ha raccolto nel proprio sito anche i servizi online del Catasto, di un nuovo strumento per la lotta all’evasione fiscale che permette di conoscere in modo più approfondito il tenore di vita degli italiani.

Sid

Da oggi è entrato in vigore il Sistema Interscambio Dati (Sid), un’anagrafe dei conti che fornisce al Fisco un accesso ai conti correnti bancari, alle gestioni patrimoniali, ai fondi comuni e pensione e ai saldi su carte di credito. Dal provvedimento datato 25 marzo 2013 si può dedurre che eventuali controlli potranno essere effettuati solo in presenza di anomalie segnalate nella comunicazione dei saldi bancari da parte degli intermediari finanziari. In seguito il Fisco avvierà “la formazione di specifiche liste selettive di contribuenti a maggior rischio di evasione”.

Privacy

L’Agenzia delle Entrate assicura il massimo della privacy per i contribuenti, grazie a misure di sicurezza integrate su richiesta del Garante della privacy, che – lo ricordiamo – ha recentemente chiesto a Google maggiori informazioni sull’uso dei dati personali degli utenti italiani.

Leggi anche:  Banking transformation. La nuova banca è onlife