La tecnologia avanzata accessibile ai dipendenti migliora il business

Prevista una crescita di oltre il 35% in termini di utile e fatturato per le aziende a più rapida crescita che mettono a disposizione dei dipendenti le migliori tecnologie al mondo

Blue Coat Systems presenta i risultati di un nuovo sondaggio condotto a livello globale dal quale emerge che quando i dipendenti possono scegliere in modo sicuro e rapido le migliori tecnologie offerte dal mercato, le aziende sono in grado di creare, comunicare, collaborare, innovare, eseguire, competere e vincere.

Secondo il sondaggio su oltre 1900 aziende e leader IT in tutto il mondo, redatto da Economist Intelligence Unit e condotto da Vanson Bourne, l’84 percento degli intervistati sostiene che fornire più libertà di scelta tra gli strumenti tecnologici esistenti ai dipendenti migliora l’efficienza aziendale. I responsabili aziendali e IT delle imprese a più rapida crescita al mondo sono anche convinti che consentire ai dipendenti di scegliere le tecnologie utilizzate può aumentare il fatturato e gli utili di oltre il 35 percento.

Dirigenti aziendali e utenti finali stanno gradualmente migrando dalla scelta di tecnologie prettamente controllate dai reparti IT a soluzioni alla portata di tutti, per privilegiare il libero utilizzo di quanto di meglio offerto dal mercato in termini di tecnologia, dispositivi, applicazioni e servizi IT. Garantire le giuste tecnologie e al contempo potenziare il proprio business richiede un nuovo approccio alla sicurezza, che non rappresenta più unicamente ciò che il reparto IT previene, ma anche ciò che essa rende possibile.

“L’approccio alla sicurezza è tradizionalmente basato sulla paura, di ciò che non si conosce, della nuova tecnologia, della perdita di controllo, e questa paura ha portato a una rigidità che ostacola la crescita del business,” ha dichiarato Greg Clark, CEO di Blue Coat Systems. “Per potenziare l’azienda è necessario cambiare il modello di sicurezza dando ai dipendenti la possibilità di utilizzare individualmente e nel miglior modo possibile quelle tecnologie che consentono loro di raggiungere i migliori risultati nell’attività che svolgono.”

Leggi anche:  Nuova nomina in Gruppo Econocom Italia

Le aziende stanno cercando di sfruttare la potenza offerta dalla tecnologia per fornire nuovi prodotti e servizi, migliorare l’esperienza del cliente e aumentare il vantaggio competitivo, ma i tradizionali metodi di sicurezza sono troppo rigidi e antiquati per stare al passo con l’adozione di strumenti innovativi. Secondo il sondaggio, il 52 percento dei leader aziendali è convinto che le policy IT rallentino la capacità di innovazione mentre il 53 percento ritiene che a risentirne sia il servizio al cliente.

Le aziende a più rapida crescita al mondo sanno come raggiungere maggiore redditività, efficienza e innovazione sfruttando al massimo l’utilizzo della tecnologia. A livello mondiale, il 68 percento di queste aziende ha incrementato la redditività utilizzando le nuove tecnologie rispetto a solo il 39 percento delle aziende a crescita più lenta. Allo stesso modo, il 66 percento delle aziende più produttive al mondo utilizza la tecnologia per supportare i propri dipendenti rispetto a solo il 48 percento delle aziende a crescita più lenta.

“E’ necessario che i CIO siano protagonisti del business e possano allineare l’IT alle iniziative aziendali strategiche,” ha dichiarato Phil Hochmuth, Program Manager per la sicurezza presso IDC. “Quando la collaborazione fra IT e leader aziendali è efficace, l’organizzazione è in grado di innovare e fornire nuovi prodotti e servizi, ridurre i costi attraverso una migliore efficienza e infine favorire la crescita del fatturato.”

I CIO si rendono conto della necessità di adottare i cambiamenti tecnologici necessari per raggiungere gli obiettivi strategici dell’azienda, ma non dispongono delle infrastrutture o dei metodi per garantire ai dipendenti l’utilizzo sicuro di queste nuove tecnologie. A livello globale, il 76 percento dei leader IT considera la sicurezza il più grosso ostacolo alla possibilità per i dipendenti di scegliere liberamente la migliore tecnologia al mondo.

Leggi anche:  Massimo Iberti è il nuovo CFO di FINIX Technology Solutions