LG G-Flex: caratteristiche tecniche dello smartphone curvo

LG ha presentato il suo smartphone dal display curvo G-Flex. Realizzato in sub-strati in plastica possiede una funzione per il rilevamento del volto dell’utente

Gli esperti stimano che entro pochi anni il mercato degli smartphone dallo schermo curvo varrà miliardi di dollari. Samsung e LG vi ci sono già buttati a capofitto. La prima ha presentato da poco il suo Galaxy Round, il primo smartphone con una specifica funzione per quando lo si fa ondeggiare, mentre la seconda ha oggi risposto con G-Flex.

LG G-Flex, caratteristiche tecniche

LG G-Flex riprende il design di LG G2. Lo schermo OLED da 6 pollici a 720p realizzato in substrati in plastica e non in vetro lo rende leggerissimo, solo 177 grammi, e soprattutto flessibile resistente. La nuova forma di G-Flex ha permesso ad LG di reinventare la user experience aggiungendo diverse nuove funzioni come qTheater, che permette di rilevare il volto dell’utente, e Swing Lockscreen, che modifica l’immagine della schermata di blocco a seconda di come viene tenuto in mano lo smartphone.

Altra caratteristica particolare è la scocca su retro, dove sono posizionati i tasti del volume, che si “auto-ripara”. L’avvenieristico rivestimento plastico di cui è dotato G-Flex è infatti in grado di riparare da sé eventuali graffi. Il processore è un quad-core Qualcomm Snapdragon 800 da 2,26 GHz mentre la scheda grafica è una Adreno 330. La RAM è da 2 GB e lo storage disponibile è da 32 GB. Le fotocamere sono due: una frontale da 2,1 megapixel e una posteriore da 13 megapixel. Il sistema operativo è Android 4.2.2 Jelly Bean e la batteria è da 3500 mAh. LG G-Flex è per ora acquistabile solo in Corea del Sud ma presto sarà disponibile anche su altri mercati esteri.

Leggi anche:  Cisco: premiati i vincitori del contest “Green&Blue Smart Marathon”