Nuova Fiesta con Emergency Assistance per comunicare in caso di emergenza anche all’estero

La nuova Fiesta, grazie alla disponibilità del SYNC con Emergency Assistance, può comunicare automaticamente con i servizi d’emergenza in caso di incidente, parlando la lingua del paese in cui ci si trova, scegliendo tra le 26 disponibili, che coprono 40 paesi europei

Secondo uno studio Ford, il 75% degli Europei ha guidato in paesi stranieri in cui non sarebbero stati in grado, per ragioni linguistiche, di chiamare i soccorsi in caso di incidente; il 10% è stato coinvolto in incidenti all’estero.

L’Emergency Assistance, una funzione del sistema di connettività e comandi vocali avanzati Ford SYNC, arriverà anche sulla nuova Fiesta e permetterà di contattare gli operatori di emergenza parlando ben 26 lingue, coprendo così 40 paesi europei, più di qualsiasi altro sistema simile.

“L’Emergency Assistance del SYNC si attiva in caso d’incidente automaticamente, anche nel caso in cui le persone a bordo fossero ferite, stordite o prive di sensi,” ha spiegato Christof Kellerwessel, ingegnere capo sistemi elettrici ed elettronici, di Ford Europa. “Per molti sarebbe inoltre difficile comunicare con i servizi d’emergenza, se non conoscono la lingua locale o se gli operatori non parlano magari una seconda o anche una terza lingua.”

Il SYNC con Emergency Assistance utilizza il GPS di bordo per ricavare le coordinate del luogo dell’incidente, e comunicarle agli operatori di emergenza nella lingua locale, segnalando l’accaduto.

La telefonata viene effettuata al 112 attraverso il telefono del guidatore, collegato tramite Bluetooth. Il sistema è così preciso che può determinare correttamente la lingua da utilizzare anche in paesi e regioni multilingue.

Il sistema si attiva solo in caso d’incidenti con impatti significativi, tali da attivare gli airbag o il blocco automatico della pompa del carburante. In ogni caso il guidatore ha alcuni secondi di tempo per annullare la telefonata. Successivamente all’invio del messaggio registrato, contenente anche le coordinate, il sistema apre la comunicazione tra l’operatore e l’abitacolo dell’auto in viva voce, permettendo inoltre di continuare a parlare attraverso il proprio telefono cellulare, anche uscendo dall’auto.

Leggi anche:  Investire in tecnologia raggiungendo gli obiettivi ESG

La ricerca di Ford ha coinvolto più di 3.000 cittadini europei, il 75% dei quali, negli ultimi cinque anni, ha viaggiato in auto in un paese straniero nel quale non sarebbe stato in grado di telefonare ai servizi d’emergenza parlando la lingua locale. Il 10% ha dichiarato inoltre di essere stato coinvolto in un incidente all’estero negli ultimi 5 anni. Il campione è composto di cittadini francesi, inglesi, italiani, russi, spagnoli, tedeschi.

“La serenità garantita da un sistema che telefona automaticamente ai soccorsi, comunica le coordinate, e parla la lingua corretta in 40 paesi europei, è inestimabile,” ha aggiunto Kellerwessel. Ford sta collaborando con i servizi d’emergenza di molti paesi europei, spiegando il funzionamento dell’Emergency Assistance e creando risorse online di supporto per approfondire la conoscenza di questa tecnologia.