Nuovi dettagli sull’accordo fra Google e l’Ue sulle ricerche

Google ha proposto nuove policy in materia di ricerche per risolvere la questione dell’abuso di posizione dominante. L’Ue sembra essere decisa a chiudere l’accordo

Il commissario Antitrust dell’Ue, Joaquin Almunia, ha confermato che la nuova proposta avanzata da Google in materia di ricerche sembra è quella risolutiva. “La mia missione è proteggere la concorrenza non a favore delle aziende, ma a beneficio dei consumatori. Credo che questo accordo permetterà a Google e ai suoi rivali di migliorare e innovare la loro offerta”, ha dichiarato Almunia.

La proposta di Google

Google si impegna a elencare i servizi di almeno tre concorrenti, scelti casualmente da una lista di specializzati, nelle ricerche verticali. I prodotti di Big G saranno distinti a livello grafico dagli altri risultati e nel caso in cui la pubblicità inserita da Mountain View sia dotata di immagini, la stessa cosa varrà anche per i concorrenti, che potranno scegliere di loro iniziativa il layout. Le nuove regole avranno una validità di 5 anni e il tutto sarà posto sotto il controllo di una commissione di vigilanza indipendente. Ora non resta che aspettare di vedere se le aziende ricorrenti approveranno le direttive proposte da Google.

Leggi anche:  we.trade rafforza la collaborazione con IBM