Popcorn Time: oltre lo streaming e il copyright

Popcorn Time è un’app desktop che permette di vedere film in HD coperti da copyright. Rispetto ai soliti siti di streaming illegali, non mantiene nulla all’interno dei propri server

La Guardia di Finanza ha concluso pochi giorni fa un maxisequesto di 46 siti che distribuivano illegalmente contenuti pirata. Nonostante ciò la tecnologia si evolve ed in particolare quella dedicata alle violazioni del copyright. In Rete ha guadagnato un discreto seguito Popcorn Time, un’app che permette di vedere con un solo click film coperti da diritto d’autore. Le pellicole sono disponibili gratuitamente in HD, in lingua orginale con i sottotitoli e senza interruzioni pubblicitarie. Rispetto ai soliti siti di streaming, almeno in teoria, Popcorn Time non dovrebbe avere problemi legali, anche se questo sarà solo il tempo a dirlo.

Popcorn time: è come Netflix ma pirata

Il vantaggio di Popcorn Time rispetto ad altri siti di streaming illegale è che non mantiene nulla all’interno dei propri server. Il tool per Mac, Windows e Linux funziona come un aggregatore di contenuti già disponibili in Rete. Il software infatti raccoglie locandine, trama e film da BitTorrent, che con Bundle ha cercato di dare una parvenza di legalità, e li rende immediatamente fruibili con una grafica molto simile a Netflix o Infinity. Popocorn Time inoltre ricorda più volte all’utente che “vedere film usando questo software potrebbe essere illegale” in alcuni Paesi.

“Non ospitiamo materiale sui nostri server, e nessuno degli sviluppatori ci guadagna. Non ci sono pubblicità, né account premium, e nemmeno costi di abbonamento o cose del genere. E’ un esperimento da imparare e diffondere”, ha dichiarato lo sviluppatore argentino dell’app.

Leggi anche:  Giornata Mondiale della Posta: dai papiri alla PEC, la storia della posta in 10 momenti