PTC annuncia i risultati per il quarto trimestre

PTC ha comunicato i risultati del quarto trimestre e dell’intero anno fiscale conclusosi il 30 settembre 2012 

gli obiettivi per il
primo trimestre e l’intero anno fiscale 201

I risultati del quarto trimestre

o Ricavi non GAAP di 325 milioni di dollari, in ribasso del 5% anno su anno (livello invariato su base valutaria costante)

o Utile per azione non GAAP di 0,50 dollari, in aumento del 6% anno su anno (+13% su base valutaria costante)

o Margine operativo non GAAP del 24,5%, +180 punti base anno su anno (+220 punti base su base valutaria costante)

o Margine operativo GAAP del 17,7% e utile per azione GAAP di 0,71 dollari. Il dato in parte riflette un onere di 124 milioni di dollari come accantonamento per le imposte sul reddito di impresa finalizzato a creare un deposito a copertura delle imposte differite negli Stati Uniti

I risultati relativi al margine operativo non GAAP e all’utile per azione non GAAP non tengono in considerazione 11,9 milioni di dollari per la remunerazione in azioni dei dirigenti, 8,7 milioni di dollari di ammortamento di beni immateriali relativi alle acquisizioni, 1,3 milioni di dollari di spese di acquisizione e 122,3 milioni di adeguamenti relativi alle imposte sul reddito d’impresa, corrispondenti in larga parte a un onere derivante da un accantonamento per le imposte sul reddito d’impresa per creare un deposito a copertura delle imposte differite negli Stati Uniti.

Risultati dell’anno fiscale 2012

o Ricavi non GAAP di 1,258 miliardi di dollari, in aumento dell’8% anno su anno (+10% su base valutaria costante)

o Utile per azione non GAAP di 1,51 dollari, in aumento del 20% anno su anno (+24% su base valutaria costante)

o Margine operativo non GAAP del 19,6%, +190 punti base anno su anno (+210 punti base su base valutaria costante)

Leggi anche:  VMware diventa partner ufficiale di McLaren Racing

o Ricavi GAAP di 1,256 miliardi di dollari, utile per azione GAAP di 0,30 dollari e margine operativo GAAP del 10,2%

Tendenza per il primo trimestre 2013 (previsioni sulla base di un tasso di cambio 1,30 USD/EURO):

o Ricavi non GAAP da 315 a 325 milioni di dollari e un utile per azione non GAAP da 0,30 a 0,35 dollari

o Ricavi relativi alle licenze compresi tra 75 e 85 milioni di dollari

o Ricavi GAAP da 313 a 323 milioni di dollari e un utile per azione GAAP da 0,36 a 0,40 dollari, di cui 16 milioni di dollari di oneri di ristrutturazione associati a iniziative di contenimento dei costi avviate nel primo trimestre dell’anno fiscale 2013

Obiettivi dell’anno fiscale 2013 (previsioni sulla base di un tasso di cambio 1,30 USD/EURO)

o Ricavi non GAAP tra 1,360 e 1,380 miliardi di dollari e un utile per azione non GAAP da 1,70 a 1,80 dollari

o Margine operativo non GAAP del 21,5% circa

o Ricavi GAAP da 1,356 a 1,376 miliardi di dollari circa e un utile per azione GAAP da 1,10 a 1,20 dollari; margine operativo GAAP del 12,5% circa

James Heppelmann, Presidente e CEO, ha commentato: “Nel quarto trimestre la domanda è aumentata nelle Americhe e nel Pacific Rim, mentre sui risultati in Europa e Giappone ha pesato una certa cautela negli acquisti da parte dei clienti. I ricavi relativi alle licenze, pari a 100,7 milioni di dollari, sono scesi del 6% anno su anno su base valutaria costante, attestandosi su un valore corrispondente alla fascia bassa del nostro range di riferimento. Tale performance riflette la pressione subita nel segmento delle grandi transazioni di software (superiori ai 5 milioni di dollari di fatturato), imputabile alla debolezza economica globale del settore manifatturiero. Nonostante il contesto macroeconomico incerto, PTC ha continuato ad eseguire sulle iniziative finalizzate all’ espansione dei margini e all’incremento dell’utile, facendo registrare nel quarto trimestre un utile per azione non GAAP collocabile nella fascia alta del nostro range di riferimento”.

Leggi anche:  smeup: investimenti nel Retail con Gruppo Tekio e lancio del fondo di venture capital s2capital

Il mercato italiano

Stefano Rinaldi, General Manager di PTC Italia, ha così commentato i risultati conseguiti nel proprio mercato di riferimento: “Il quarto trimestre 2012 si è chiuso con ricavi costanti rispetto allo stesso periodo del 2011 ed in linea con le previsioni di inizio trimestre”. Sul 2012 nel complesso, Rinaldi aggiunge: “Per PTC Italia il 2012 è stato un anno di consolidamento. A fronte della straordinaria performance dell’anno fiscale precedente, il risultato del 2012 si è attestato sui livelli del 2011 ed in linea con le nostre aspettative iniziali. I ricavi sono stati trainati da una buona esecuzione commerciale nel settore delle piccole medie imprese con una redditività superiore alle nostre attese a seguito dell’ottima performance dei servizi di manutenzione che testimoniano l’ottimo livello di fidelizzazione degli oltre 2.500 clienti che continuano ad investire nelle soluzioni PTC. Nel 2013 continueremo ad investire e ad essere focalizzati sulla creazione di valore nei settori verticali quali: aerospazio e difesa, automotive e retail e consumer, prevedendo di sostenere la crescita dei ricavi nelle piccole medie imprese, rafforzando la nostra struttura commerciale e ottimizzando la copertura del territorio attraverso una gestione ancor più integrata della nostra rete di partners e distributori”.