Svelati i primi dettagli di FIFA 14

I producer Nick Channon e Sebastian Enrique hanno spiegato come il realismo sia il punto di forza del prossimo capitolo del gioco di simulazione calcistica di EA Sports

Dopo il successo di FIFA 13, EA Sports ha rivelato alcuni dettagli sul prossimo capitolo del suo videogioco di simulazione calcistica. I producer Nick Channon e Sebastian Enrique affermano che il realismo è uno dei punti su cui FIFA 14 distanzierà i concorrenti.

Teammate Intelligence

L’impianto di gioco dei team virtuali è stato quasi completamente rivisto per renderlo più simile a quello visto sui campi da calcio. La Teammate Intelligence è stata implementata e ora i giocatori sono più partecipi delle azioni di gioco, rientrando in difesa e cercando la profondità in attacco durante il corso di tutta la partita. In particolare, per quando riguarda la fase offensiva, la fisicità dei calciatori è stata migliorata così come il dribbling (ne sono disponbili due nuove tipologie lo Sprint Dribble Turns e il Variable Dribble Touches), il tocco di palla, il tiro, che ora è differenziato a seconda della situazione di gioco, e i contrasti. La marcatura diventa dinamica e non più statica, rendendo l’esperienza di gioco ancora più realistica.

Modalità carriera

Interessanti novità anche per quanto riguarda la modalità carriera. La grafica della home è stata completamente rivista per essere meglio fruibile e l’attività di scouting di nuovi talenti ora si basa su un network globale con differenti livelli di complessità.

I due producer non hanno trattato il tema della compatibilità con le console di prossima uscita Playstation 4 e Xbox 720. Per informazioni al riguardo bisognerà aspettare ancora un po’ di tempo, ma difficilmente FIFA 14 non sarà presente sulle piattaforme di Sony e Microsoft.

Leggi anche:  Nreal lancia gli occhiali connessi Air