Tim Cook: la produzione ritorna in USA

Qualche giorno fa aveva fatto notizia la scoperta della dicitura “assembled in USA” su alcuni PC di Cupertino. Alla luce dell’intervista rilasciata alla NBC da Tim Cook, ceo di Apple, questa news acquista un nuovo valore

I PC Apple tornano made in USA

Cook ha infatti dichiarato che una delle linee già esistenti di computer della Mela sarà prodotta totalmente negli USA a partire dal prossimo anno: “Abbiamo lavorato anni per produrre sempre di più negli Stati Uniti”. Un investimento importante quello annunciato dal successore di Steve Jobs: 100 milioni di dollari (circa 76,5 milioni di euro) per riportare parte della produzione entro i confini statunitensi. “Non è forse noto a tutti – conclude Cook – che le tecnologie per iPhone e iPad sono prodotte negli Stati Uniti e molte di queste sono anche esportate”.

La mossa di Apple porterà certamente un ritorno d’immagine importante e forse risolleverà gli animi degli azionisti – l’azienda di Cupertino ha perso il 6% in Borsa la scorsa settimana – che ultimamente sembrano piuttosto sfiduciati. La saturazione del mercato per il prodotto di punta iPhone e il potenziale innovativo in declino sono le loro maggiori preoccupazioni.

Nel futuro una Mela TV?

Nell’intervista Cook ha anche lasciato uno spiraglio per la nascita di una televisione targata Apple: “Quando vado in soggiorno e accendo la TV, mi sento come se fossi tornato indietro nel tempo di 20 o 30 anni. È un’area di grande interesse. Non posso dire nient’altro”.

Leggi anche:  Accordo quadro triennale tra WIIT, tramite la controllata Etaeria, e INTRED