Una Nuvola Rosa nei cieli di Microsoft

Il progetto di Redmond permetterà alle donne di poter diventare parte attiva della crescita del settore tecnologia-comunicazione. Un’opportunità per ottenere nuove conoscenze e inserirsi nel mondo del lavoro

Sembra che in Italia il vecchio stereotipo che vede le donne meno portate alle scienze sia vero. Solo il 20% del gentil sesso ha conoscenze scientifiche adeguate. Per ovviare a questo problema sociale e occupazionale, Microsoft ha creato il progetto “Nuvola Rosa”, una piattaforma per la formazione scientifica delle donne con eventi dedicati al loro inserimento nel mondo del lavoro.

L’hi-tech ha bisogno di professionisti

“Le opportunità di lavoro offerte dalle tecnologie informatiche e di comunicazione sono enormi: si stima che entro il 2015 il 90% delle professioni in tutti i settori richiederà competenze tecnologiche”, ha spiegato Carlo Purassanta, AD di Microsoft Italia. In Europa si stima che entro il 2015 saranno circa 900mila nuovi i posti di lavoro disponibili nei settore Tech e Telco. L’Unione Europea ha per questo avviato una serie di iniziative volte a formare i nuovi professionisti digitali. Anche Microsoft ha dato il suo contributo portando in Italia il Microsoft YouthPark, “opportunità di formazione, occupazione e imprenditorialità” dedicata ai giovani.

La Nuvola Rosa

La Nuvola Rosa è nata per permettere anche alle donne italiane, in particolare quelle più giovani, di partecipare attivamente alla crescita del settore tecnologico. “La Nuvola rosa intende offrire alle ragazze e alle studentesse l’opportunità di avvicinarsi alla tecnologia e alle potenzialità che essa offre per migliorare la vita di tutti, nella consapevolezza che attraverso un’applicazione, un software, un progetto di ricerca sia possibile dare opportunità concrete ai giovani e in particolare alle ragazze e alle studentesse”, ha concluso Purassanta. Il progetto consiste in una piattaforma digitale dove reperire le informazioni sugli eventi organizzati grazie al contributo di Asus, Avanade, Unicredit, Boston Consulting Group e Comune di Firenze. Nel capoluogo toscano è appunto in programma un convegno dal 16 al 18 maggio dove si tratterà il rapporto fra le donne e il lavoro. Durante l’evento le studentesse universitarie e dell’ultimo bienno delle superiori potranno dialogare con le aziende, anche internazionali, per un loro inserimento o semplicemente a scopo formativo.

Leggi anche:  Epson, un passo avanti nella difesa dell’ambiente