ZTE presenta innovative soluzioni di risparmio energetico per reti LTE

ZTE Corporation (“ZTE”) annuncia il lancio della soluzione Energy Saving per aiutare gli operatori a ridurre i consumi energetici delle loro reti LTE. Secondo i risultati dei test, un singolo sito dotato della soluzione ZTE può risparmiare fino al 40% di energia

Secondo dati Gartner, il mercato globale dell’ICT è responsabile per il 2,5% delle emissioni mondiali. In una tipica rete wireless, circa il 90% dell’energia viene utilizzata dalle stazioni radio base. La soluzione Energy Saving di ZTE offre una gamma di innovative tecnologie per ridurre tali consumi, compreso il primo sistema integrato del mercato per il controllo automatico/dinamico del voltaggio PA bias e l’interruzione intelligente dei segnali OFDM senza influire sulle prestazioni.

Sulla base dei test, la soluzione Energy Saving di ZTE può generare un risparmio annuo fino a 5.200KwH su ogni stazione radio base. Per una rete composta da 1.000 base station, la riduzione annuale ammonterebbe a 5,2 milioni di KwH, con una diminuzione pari a 4500 tonnellate di emissioni. Se associata all’adozione di fonti energetiche alternative quali energia solare, eolica o bioenergia, i risparmi possono superare il 50%.

“ZTE continuerà a sviluppare tecnologie che si traducono in prodotti e soluzioni a risparmio energetico per i clienti”, dichiara Wang Shouchen, vice presidente ZTE. “Siamo impegnati nella riduzione dell’impatto ambientale grazie a tecnologie green”.

ZTE aumenterà gli investimenti destinati allo sviluppo dell’LTE e di tecnologie ‘verdi’. L’azienda si è aggiudicata 38 contratti commerciali LTE e sta collaborando con più di 100 operatori in Europa, Americhe, Asia-Pacifico e Medio Oriente su trial di reti LTE.

Leggi anche:  Prysmian è il principale partner di RTE nel potenziamento della rete di trasmissione francese