PTC, PARTNER NEL PRODUCT MANAGEMENT


Soluzioni per creare prodotti innovativi, condividere le informazioni e gestire le modifiche durante tutto il loro ciclo di vita, rivolte alle aziende che operano nel manufacturing discreto

 

C’era una volta solo il Cad. Adesso il Computer aided design è il tassello principale di una soluzione più ampia, che serve per gestire lo sviluppo di un prodotto (Product development system) e governarne le evoluzioni durante il suo completo ciclo di vita (Product lifecycle management).

Questi sono stati i temi discussi nel simposio dal titolo “Sviluppo Prodotto come vantaggio competitivo”, promosso da PTC (www.ptc.com) presso Kilometro Rosso, Parco Scientifico Tecnologico sorto alle porte di Bergamo, che ha coinvolto in una tavola rotonda professionisti e aziende di primaria importanza nel panorama economico nazionale, per illustrare attraverso testimonianze dirette i reali benefici in termini strategici, operativi e produttivi derivanti dall’ottimizzazione dei processi di sviluppo prodotto.

La presentazione di apertura, a cura di Marco Taisch, docente di Operations Management e di Sistemi di Produzione Avanzati del Politecnico di Milano, ha portato un approfondito e stimolante contributo ai concetti di sostenibilità delle produzioni, illustrando i nuovi scenari, le sfide e le opportunità che lo sviluppo di un prodotto presenta oggi. Infatti si parla molto di “green”, in termini ecologici e di risparmio energetico, ma spesso le valutazioni vengono fatte sui parametri relativi al prodotto finito, mentre non viene tenuto in considerazione l’effettivo livello di sostenibilità conseguito nei processi di progettazione e produzione che stanno a monte.

Partendo da questi spunti, Benedetto Belloli, sales regional director di PTC Italia ha spiegato perché l’ottimizzazione dello sviluppo di un prodotto e il controllo del suo ciclo di vita debbano essere considerati come leve strategiche fondamentali per la gestione del business aziendale, dato che rappresentano processi cruciali nel determinarne il successo e la creazione di valore.

Leggi anche:  Webhelp si espande con il lancio di una sede multilingue in Albania

«È per questo che PTC continuerà a investire – ha dichiarato Belloli – per offrire soluzioni in grado di rispondere sempre meglio alle esigenze crescenti del mercato. Incrementare la competitività aziendale, attraverso una gestione più efficiente di un prodotto durante tutto il suo ciclo di vita, è una vantaggio non solo per le grandi organizzazioni, ma anche per le Pmi, che sono sempre più sensibili a questi temi e rappresentano una quota rilevante del mercato italiano».

Tra le esperienze proposte dal vivo, volte a illustrare l’importanza del processo di sviluppo prodotto nei mercati più diversi, Roberto Sicigliano, methodology innovation manager di Brembo (www.brembo.com), si è soffermato sull’importanza del Plm a supporto del processo di sviluppo prodotto in realtà eterogenee e multi commessa, mentre Piera Carrà, responsabile dell’ente Progetti e Processi di Area Tecnica in ambito sistemi informativi di Avio (www.aviogroup.com), ha posto l’attenzione sull’importanza dell’integrazione dei processi e delle informazioni come fattore critico di successo per l’azienda. Infine Massimo Lo Campo, chief business integrator officer di Elica (www.elica.com), ha concluso con un intervento incentrato sull’uso strategico del Plm come fattore vincente nell’integrazione tra R&S e produzione, per far fronte alla concorrenza dei mercati emergenti.