Putin: “La Russia non chiuderà il web ma serve protezione”

russia linkedin

Il presidente russo Vladimir Putin ha smentito che il suo Paese si isolerà dalla Rete globale ma ha anche sottolineato il bisogno di protezione

Nei giorni scorsi è circolata la notizia che la Russia stesse mettendo a punto nuove contromisure in caso di attacchi esterni al web. Il Cremlino in caso di emergenza avrebbe potuto isolarsi dalla rete globale dopo aver chiesto alle aziende di Internet nazionali di conservare i dati dei propri utenti in server posti sul territorio russo. Il portavoce di Vladimir Putin, Dmitry Peskov, aveva accusato Europa e Stati Uniti di “totale imprevedibilità” e nel contempo aveva in parte confermato che il Cremlino stesse introducendo nuove misure per la protezione del cyberspazio russo dichiarando che queste erano “allo studio a diversi livelli”.

Oggi il premier Putin ha smentito che la Russia possa isolarsi dalla Rete o che voglia prenderne il controllo. Allo stesso tempo, però, il presidente della federazione ha sottolineato come il web nazionale abbia bisogno di maggiore protezione.

Putin: “La Russia non vuole controllare Internet ma bisogna proteggerci”

“Vorrei sottolineare che non intendiamo limitare l’accesso alla Rete, porlo sotto totale controllo, nazionalizzare Internet, limitare gli interessi legittimi o le possibilità che internet offre alla gente, alle organizzazioni, al business. – ha affermato il Putin –  Questo proprio non viene neppure preso in considerazione”. Il premier ha anche lanciato una frecciatina non troppo velata a Washington, che ha deciso di chiudere ogni rapporto con Mosca per quanto riguarda i programmi spaziali. Putin ha infatti criticato il comportamento di “certi Stati che usano il proprio ruolo dominante sul web per scopi economici e politici”.

Leggi anche:  DIGITAL INSIDE: al via la nuova edizione della formazione sul digitale targata Inside Factory

Nonostante le rassicurazioni sull’apertura della Russia la web mondiale, Putin ha ribadito il bisogno di maggiore protezione del cyberspazio nazionale. “E’ evidente che oggi sia necessaria l’elaborazione e l’applicazione di misure aggiuntive nel settore della sicurezza dell’informazione. – ha spiegato Putin – Innanzitutto bisogna innalzare qualitativamente il livello di protezione delle reti nazionali e delle risorse informative, a cominciare da quelle che vengono utilizzate dalle strutture statali”.