Il Q2 2016 di Microsoft parla chiaro: i Lumia non decollano

Il Q2 2016 di Microsoft parla chiaro: i Lumia non decollano

I profitti dell’azienda guidata da Nadella sono oltre le aspettative ma il settore smartphone cala di oltre il 57%

Siamo in periodo di risultati finanziari, dopo Apple tocca a Microsoft. La compagnia con sede principale a Redmond ha comunicato i profitti relativi al secondo trimestre fiscale del 2016, pari a 23,5 miliardi di euro, con un attivo di 5,7 miliardi di euro. Spiccano in cima alla lista le vendite di Surface e di servizi, soprattutto nel comparto cloud, mentre è il mondo degli smartphone Lumia a subire continui rallentamenti. Gli ultimi parlano di spedizioni pari a 4,5 milioni di esemplari, un – 57% rispetto alle vendite del 2014; numeri che, a quanto pare, erano abbastanza attesi in casa Microsoft ma che non fanno di certo meno male.

Meglio i Surface

Come detto, è ottimo il riscontro nel comparto tablet, dove la gamma Surface comincia a far vedere il suo valore. Il miglioramento attuale, pari ad un incremento del 29%, è dovuto soprattutto al buon successo di Surface Pro 4 e Surface Book, gli ultimi nati della gamma tablet di Microsoft. Le vendite dei tablet, aggiunte a quelle della console di gioco Xbox One, hanno consentito all’azienda di portare a casa “una solida stagione natalizia”, come ha spiegato Kevin Turner, COO del gruppo.

Forza del cloud

Notevoli anche i frutti derivati dallo sforzo di proporre sempre più servizi basati sul cloud. In tal senso il business definito dall’azienda Intelligent Cloud è cresciuto del 140%, con le piattaforme ad esso connesse in grado di generare profitti superiori del 5% rispetto alla precedente rilevazione, con il raggiungimento di 5,78 miliardi di profitti. La notizia dei risultati Q2 2016 ha avuto riscontro positivo in Borsa, dove le azioni della compagnia sono salite del +0,83%.

Ti potrebbe interessare

Categorie: Mercato