Parte ufficialmente Project Fi di Google

Google Project Fi

Project Fi, il sistema che consente di passare da un operatore telefonico a un altro senza cambiare SIM, non è più disponibile solo su invito

Google debutta ufficialmente come operatore mobile virtuale (MVNO) attraverso Project Fi, la piattaforma presentata dal CEO Sundar Pichai alla Google I/O 2015. Il progetto è stato aperto a tutti e non è più disponibile solo su invito. Project Fi è un servizio molto simile ad Apple SIM che consente di non essere più vincolato a uno specifico operatore telefonico. L’utente potrà passare da una rete mobile o Wi-Fi (in questo caso verificata da Google) ad un’altra a seconda delle sue esigenze e pagando solo un abbonamento.

Project Fi è disponibile al momento solo per gli utenti statunitensi a 20 dollari al mese per i servizi di telefonia di base e 10 dollari mensili per ogni gigabyte di traffico consumato. Google, che ha lanciato ufficialmente anche la funzione Hands Free per i pagamenti mobili tramite comando vocale, garantisce la massima copertura del segnale e consente di accedere a reti Wi-Fi prima disponibili solo a pagamento. Big G inoltre rimborserà il traffico non consumato e sta lavorando per eliminare i costi di roaming in 120 Paesi nel mondo. Ancora non è chiaro quando il servizio sarà disponibile in Europa, dove il sovrapprezzo per connettersi all’estero sarà azzerato solo a partire da giugno 2017. L’utilizzo di Project Fi è al momento limitato ai possessori di uno smartphone Nexus (5X, 6, 6P e 9), dei nuovi modelli di iPad e Galaxy Tab S. Recentemente anche Microsoft sta lavorando per il suo ingresso nel settore dei MVNO e la conferma arriva dalla presenza su Windows Store dell’app Cellular Data.

Leggi anche:  Lifesize Share porta le funzionalità delle meeting room ad un livello superiore

[ot-video type=”youtube” url=”faacIELjUeI”]