Elon Musk sogna 4mila satelliti per connettere il globo

Elon Musk: nel 2020 auto elettriche con 1.200 km di autonomia bitcoin

Procede a spron battuto il progetto di Elon Musk per creare una rete satellitare in grado di portare Internet veloce a ogni abitante della Terra

Il digital divide globale è un problema ancora lontano dall’essere risolto. Il patron di Tesla e SpaceX, Elon Musk, ha in mente una soluzione rivoluzionaria per portare Internet anche nelle zone più remote del pianeta. Il progetto prevede di spedire nello spazio 4.425 satelliti per creare una rete globale in grado di portare una velocità di 1 Gigabit al secondo a ogni utente sulla Terra. I primi 800 satelliti, che si posizioneranno in orbita geostazionaria a 1.200 metri dalla superficie, saranno lanciati dopo aver ottenuto il benestare della Federal Communications Commission americana. Se tutto andrà secondo i piani, la rete satellitare sarà pronta tra 5 anni. L’intero progetto di Elon Musk costerà 10 miliardi di dollari ma il CEO di SpaceX non dovrà fare tutto da solo. Tra i suoi finanziatori figura anche Google, che ha contribuito con 1 miliardo.

Elon Musk non è l’unico a essere interessato a diffondere Internet in tutto il mondo. Google sta portando avanti lo stesso obiettivo tramite i suoi palloni aerostatici Loon mentre OneWeb, con la collaborazione di Airbus, Virgin e Boeing, ha scelto anche lei i satelliti. Anche Samsung ha mostrato un tiepido interesse per l’Internet dallo spazio ma non ha ancora messo in pratica i suoi propositi. Facebook invece sta lavorando attivamente allo sviluppo dei suoi droni Aquila ad energia solare e ha cercato di portare i suoi satelliti del progetto Internet.org in orbita grazie all’aiuto di Elon Musk. Purtroppo il razzo Falcon 9 che avrebbe dovuto trasportare materiale per 195 milioni di dollari fuori dall’atmosfera è esploso sulla rampa di lancio.

Leggi anche:  Il 5G di Huawei? Gli USA invitano l’Europa a pensarci bene