Cos’è Spotify Spotlight

Spotify Lite per Android arriva in 36 mercati

Otto compagnie hanno già stretto un accordo con la piattaforma musicale per trasmettere news e programmi radiofonici in esclusiva e in diretta. Adesso il client fa paura

Tutto è nato come un semplice player musicale poi, piano piano, Spotify si è ampliato. Sono arrivati i podcast, le pubblicità audio e poi i video ads. L’ultimo passo, almeno per il momento, è mettere in difficoltà le radio e i canali all-news. Il progetto in via di definizione ha il nome di Spotlight, ed è focalizzato sul trasmettere notizie e programmi in diretta e in esclusiva, sia da ascoltare che da vedere. Il riferimento di uno degli otto studi con cui Spotify ha stretto accordi di produzione indica proprio la possibilità di creare piccole reti dedicate ai contenuti per la piattaforma.

Tra i partner dell’iniziativa ci sono BuzzFeed e Refinery29 e riguarderà, per ora, il solo mercato statunitense. Stando alle prime informazioni, ogni puntata sarà lunga in media dai quattro ai sette minuti, ma non è detto che in futuro non possa esser preso in considerazione un minutaggio maggiore.

Spostare gli investimenti

I nuovi contenuti potranno aiutare Spotify a intercettare parte degli oltre 18 miliardi di dollari spesi ogni anno in pubblicità dagli investitori sulle radio americane. Portare a casa anche una piccola fetta della cospicua torta sarebbe essenziale per la compagnia, che pur avendo scardinato le logiche del business musicale non è mai riuscita a capitalizzare somme rilevanti dai propri sforzi, a causa degli ingenti diritti dell’industria audiofila internazionale.

La base di utenti, pari a circa 70 milioni, potrà accedere a trasmissioni di pochi minuti incentrate su politica, sport e cronaca, come farebbe su una radio classica ma con il vantaggio di riprodurre tra una pausa e l’altra i brani preferiti, invece di sorbirsi a ripetizione le hit del momento. Secondo gli analisti, Spotify con Spotlight potrebbe dare nuovo slancio ai podcast, resi famosi da iTunes e poi finiti in un angolo della fruizione verticale, solo per gli appassionati. Il nuovo servizio di news negli USA è già attivo e  potrebbe arrivare presto anche altrove, almeno stando ai piani della multinazionale.

Leggi anche:  Il prossimo Zoom è WhatsApp