YouTube Intelligence Desk eliminerà i video prima che diventino virali

YouTube Intelligence Desk eliminerà i video prima che diventino virali
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo il caso di Logan Paul, la piattaforma ha realizzato uno strumento che, in automatico, cancellerà i filmati compromettenti, prima che comincino a fruttare ricavi

Uno dei principali problemi quando YouTube censura un video risiede nella pubblicità. Investitori di ogni tipo scommettono sul successo di un filmato attivando campagne di adv e sperando che queste fruttino non solo view ma anche un bel po’ di click ai propri contenuti. Lo stesso inconveniente è accaduto nel caos creato da Logan Paul, popolare youtuber che il 31 dicembre aveva caricato online un video nel quale si vedeva un ragazzo suicida in una foresta del Giappone. A seguito della poco intelligente mossa, la piattaforma di Google aveva deciso di eliminare dal catalogo di Google Preferred tutti i lavori del giovane, cancellandoli anche da altre sezioni premium, vetrine che raccolgono i video più di successo, quelli che per gli investitori possono rappresentare un ritorno economico praticamente certo.

Cosa succede

Alla censura di Logan Paul quindi molte agenzie hanno visto limitati i propri guadagni, basati anche sulla notorietà del ricciolone americano. Per evitare che accadano problematiche del genere in futuro, YouTube ha creato Intelligence Desk, uno strumento che permetterà di scovare in tempi brevissimi i video che ledono le policy del gruppo, prima che comincino a fruttare cospicue somme per autori e investitori. Il tool non è fondato solo su algoritmi e sistemi automatici anzi, gran parte del lavoro viene svolto dalle segnalazioni degli utenti, anche sui social media, che potranno riportare agli oltre 10 mila nuovi moderatori i contenuti inappropriati.

Si tratta di un passo ulteriore verso la creazione di una community più responsabile. Solo qualche giorno fa erano entrate in vigore le nuove regole, che prevedono requisiti più ferrei per rendere i propri video monetizzabili: almeno 4 mila ore di visualizzazioni totali nei precedenti 12 mesi e minimo 1.000 iscritti. Ma i numeri non sono tutto, serve la testa e un pizzico di eticità oltre il business, visto che Logan era ben oltre paletti del genere.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Spotify attacca Apple e Amazon sullo streaming
Categorie: Web e Social