Infoware, consulenza e soluzioni evolute per la piccola e media impresa

  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

La società, attiva sul mercato da oltre vent’anni, ha in programma eventi formativi sul GDPR, per aiutare le aziende a comprendere meglio il nuovo regolamento

Competenza e affidabilità: sono questi i valori che Infoware vuole portare sul mercato grazie a soluzioni evolute. L’azienda, fornitore qualificato per l’implementazione di soluzioni gestionali per la Pmi e per lo studio professionale, punta a far crescere i propri clienti grazie a partner qualificati e a un approccio consulenziale rafforzato da una conoscenza profonda dei problemi dei mercati, dei prodotti, dei moduli in add-on, delle integrazioni possibili.

«Siamo nati nel 1995, come consulenti software», ci spiega Marco Scaler, CEO di Infoware. «Mentre nei primi anni della nostra attività le esigenze delle aziende clienti erano abbastanza elementari (ci chiedevano programmi di contabilità, di fatturazione), nel tempo si sono aggiunte nuove necessità».

Oggi Infoware ha il proprio focus nelle implementazioni applicative integrate in ambito amministrativo, ERP, CRM, documentale, e-commerce. L’azienda propone prodotti consolidati ma flessibili, che possono essere configurati e personalizzati per adattarsi ai bisogni di realtà diverse per cultura organizzativa e processi produttivi. Le soluzioni rese disponibili coprono tutte le aree e i processi aziendali: amministrazione, banche, gestione del credito, magazzino, gestione del personale, gestione clienti e fornitori, produzione, ordini e vendite.

«Trattiamo brand differenti» dice Scaler. «Di conseguenza siamo davvero in grado di ascoltare le esigenze delle aziende e di rendere disponibile la soluzione più adatta alle loro necessità, anche con software personalizzato. Crediamo nella relazione collaborativa, nella qualità del servizio e nel trasferimento delle conoscenze e per questo accompagniamo l’implementazione con supporto continuo a 360°».

Infoware offre un affiancamento costante a più livelli, sia con attività di supporto base sia con servizi a valore aggiunto: consulenza per implementazioni particolari, analisi e sviluppo problemi d’integrazione nei sistemi, formazione specifica.

Leggi anche:  WhatsApp testa i pagamenti P2P in India

L’azienda sta anche trattando soluzioni native Web, con la consapevolezza che, tra non molto tempo, saranno sempre più richieste.

«Credo che, quando sarà superata le mentalità secondo cui la contabilità messa sul server in cloud è più pericolosa rispetto ad averla in casa, i clienti vorranno sempre più soluzioni Web», commenta Scaler. «Sin da ora Infoware si avvale di data center sicuri, i dati sono certificati secondo le ultime normative europee e americane. Questo può dare tranquillità ai nostri utenti».

Il GDPR, un tema molto attuale

Molta attenzione, da parte di Infoware, è rivolta alla formazione aziendale. Un argomento fortemente attuale, in questo momento, è rappresentato dal GDPR, il Regolamento europeo 16/679, sulla tutela dei dati personali, che dal 25 maggio diventerà applicabile anche in Italia.

«Le aziende italiane non sono ancora preparate ad affrontare questo tema», ha dichiarato Scaler. «Per questo abbiamo organizzato eventi formativi e di consulenza per aiutarle a comprenderlo».

Per supportare i clienti nella conoscenza della normativa, Infoware organizza il prossimo 16 maggio, a Milano, un incontro di approfondimento del regolamento sia dal punto di vista legale e normativo, sia da quello della sicurezza informatica.

L’evento si terrà presso il Crowne Plaza Milan City in Via Melchiorre Gioia 73, (Fermata M3 Sondrio) dalle 9.00 alle 12.30. La partecipazione è gratuita ma l’iscrizione è obbligatoria. Nel pomeriggio sarà organizzato un incontro analogo a Bergamo.

Per ulteriori informazioni [email protected]

Videointervista a Marco Scaler, CEO di Infoware


  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares
Categorie: Software