Uber testa un modo per ridurre le tariffe di viaggio

Uber testa un modo per ridurre le tariffe di viaggio
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

L’app potrebbe suggerire presto gli orari migliori per richiedere una corsa e risparmiare sui costi standard in listino

Pensate a un panorama del genere: aprite l’app di Uber e prenotate una corsa per le 16.45. Nel giro di qualche secondo, il sistema vi informa che un quarto d’ora dopo, alle 17, vi è possibilità di un viaggio a tariffa ridotta. Se siete disposti ad aspettare allora si accetta e la riserva viene spostata. Tutto ciò a vantaggio dell’utente e anche dell’autista, che non deve scapicollarsi se si trova in mezzo al traffico e a vari chilometri di distanza.

Bella idea no? Si tratta di un progetto che Uber potrebbe realizzare molto presto, visto che un dipendente ha postato su Twitter lo screenshot della funzione, mostrando una differenza di 2 dollari tra la prima e la seconda proposta, una somma forse irrisoria ma che per gli habitué può avere senso.

Cosa sappiamo

Purtroppo, poco dopo il posting, il tweet è stato cancellato ma comunque immortalato dal web. Non a caso, Uber è stata costretta a confermare il progetto, tramite un portavoce che online ha spiegato che il servizio di ride-sharing a San Francisco e Los Angeles sarà il primo a proporre il posticipo della partenza, a scopo scontistica.

Quasi certamente l’opzione non potrà essere sempre attiva, ad esempio quando un auto di Uber è nelle immediate vicinanze e attendere non avrebbe senso. Come detto però, nel traffico urbano, piuttosto che arrivare in ritardo a una prenotazione può essere vantaggioso aspettare qualche minuto e ottenere una riduzione del prezzo. Non sappiamo se la funzione arriverà mai in Europa ma la sua implementazione non sembra sottendere rivoluzioni tecniche o burocratiche quindi è più probabile di quanto si pensi.


  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share
Categorie: Web